direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Angelo Di Pietro candidato di Cp alla Camera dei deputati nella ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide

CIRCOSCRIZIONE ESTERO

Verso le elezioni politiche del 4 marzo

 

Specialista in ambito Information Technology, Di Pietro punta ad “una maggiore semplificazione delle pratiche burocratiche degli italiani residenti all’estero attraverso l’utilizzo dell’innovazione tecnologica”

 

ROMA – “Il nuovo progetto politico Civica Popolare intende fornire una risposta seria e coerente della politica all’antipolitica, intende contrapporre la serietà e la concretezza d’azione al populismo, all’estremismo e al qualunquismo che minano le fondamenta culturali della nostra civiltà. È un movimento laicamente ispirato alla tradizione del cattolicesimo democratico e del riformismo che vuole valorizzare la democrazia rappresentativa. A farne parte della lista Civica Popolare vi è l’Italia dei Valori che è tra i principali soci fondatori che hanno dato vita al progetto guidato dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin. La nuova formazione politica si pone l’obiettivo di tutelare le classi sociali più deboli, di dare voce a chi non ce l’ha e di porre particolare attenzione alle esigenze dei tanti italiani che vivono all’estero”. Così Angelo Di Pietro, candidato per “Civica Popolare” alla Camera dei Deputati nella circoscrizione Estero-ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide

Angelo Di Pietro,ingegnere di 32 anni, è originario di Guardia Lombardi , provincia di Avellino. E’ dirigente dell’Italia dei Valori ed è stato candidato al Parlamento Europeo nel 2014. Di Pietro, , specialista in ambito Information Technology, punta ad “una maggiore semplificazione delle pratiche burocratiche degli italiani residenti all’estero attraverso l’utilizzo dell’innovazione tecnologica”.

In particolare, sottolinea Di Pietro, “l’adozione della firma elettronica digitale per tutti gli italiani residenti all’estero potrà permettere lo scambio di documenti in rete con piena validità legale riducendo le complicazioni nello scambio di documenti e ridurre i tempi nella lavorazione delle pratiche pensionistiche, di richiesta di certificati e per tutti gli atti amministrativi necessari a chi vive all’estero”. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform