direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Angela Schirò (Pd): “Rinnovare al più presto le graduatorie del personale scolastico per l’estero e garantire la regolare apertura del nuovo anno scolastico”

ELETTI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

Camera dei deputati, interrogazione ai ministri degli Esteri e dell’Istruzione

 

ROMA – “L’invio del personale scolastico all’estero anche quest’anno sta registrando criticità e ritardi seri e preoccupanti, come dimostrano le nomine per l’Istituto onnicomprensivo di Addis Abeba e per la scuola paritaria di Tunisi, avvenute a quattro mesi di distanza dall’inizio dell’anno scolastico e che non potranno diventare operative prima di un mese. Si tratta – fa presente Angela Schirò , deputata Pd della circoscrizione Estero-ripartizione Europa –  solo di esempi di una situazione purtroppo più diffusa che ricade su famiglie e alunni e che alla lunga rischia di introdurre fattori disincentivanti per la frequenza e difficoltà nei rapporti con le autorità scolastiche locali, soprattutto per i corsi integrati nei sistemi formativi del posto”. “In più – aggiunge la deputata – , per il mancato rinnovo delle graduatorie delle singole classi di concorso, si sta ricorrendo ad assegnazioni temporanee per i pochi mesi che restano alla conclusione dell’anno scolastico, attingendo nientemeno alle graduatorie del 2013. Tutto, insomma, all’insegna del ritardo e della provvisorietà”. L’on. Schirò prosegue: “Dopo vari tentativi soprattutto da parte mia, finalmente il Parlamento ha corretto l’improvvida disposizione del Decreto 64/2017 che ha diviso il contingente preposto alle assegnazioni tra Ministero dell’Istruzione e Ministero degli Esteri e quindi vi sono le condizioni per sanare al più presto questo squilibrio che si è creato nel sistema formativo per l’estero. Si tratta, ora, di fare presto. Per questo – spiega – , assieme alla collega Francesca La Marca, ho interrogato i Ministri degli Esteri e dell’Istruzione intanto per avere un quadro preciso dei ritardi nella copertura dei posti vacanti e poi, soprattutto, per sapere quali misure si stanno adottando per svolgere al più presto i concorsi necessari alla formazione delle nuove graduatorie. La cosa essenziale -conclude la deputata eletta all’estero – è quella di poter dare precise assicurazioni agli enti di formazione, alle famiglie e ai discenti che l’inizio dell’anno scolastico 2021-’22 avvenga in condizioni normali e nel rispetto delle legittime attese degli operatori e dei destinatari dell’attività formativa”.(Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform