direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

All’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona, ciclo di conferenze su Primo Levi a cura di Marta Marin Dòmine

DIPLOMAZIA CULTURALE

BARCELLONA (Spagna) – L’Istituto Italiano di Cultura a Barcellona ha contribuito all’organizzazione, insieme all’Institut d’Humanitats de Barcelona, di un ciclo di conferenze dal titolo “Primo Levi. Letteratura e testimonianza”. Un’iniziativa, in corso dall’8 novembre scorso e in programma fino al prossimo 12 dicembre, a cura di Marta Marin Dòmine.

Primo Levi divenne, attraverso la scrittura, un testimone fondamentale dell’esperienza ebraica della deportazione nei campi nazisti. Nel corso, si rifletterà sul ruolo occupato all’autore nel campo della letteratura testimoniale, che non si limita alla qualità letteraria della sua opera, ma anche al fatto di costituire un vero sapere circa la costruzione della testimonianza attraverso il viaggio di una vita. Sarà anche affrontato un aspetto meno noto di Levi, la sua professione di chimico. Una professione che ha svolto non solo un ruolo chiave nella sua sopravvivenza all’interno dei campi di Auschwitz-Birkenau, ma ha anche influenzato profondamente la forma della sua opera letteraria, alla quale si è avvicinato con la distanza che rende possibile l’osservazione e, in seguito, attraverso la mediazione della scrittura, riflessione e analisi.

A pochi mesi dal 35mo anniversario della morte di Primo Levi, le conferenze in programma intendono analizzare anche la risonanza che le sue riflessioni possono avere nel presente, rispetto a fenomeno recenti come il  #metoo e il #blacklivesmatter o la pandemia.

Il corso si svolge in parallelo con una serie di proiezioni presso la Filmoteca de Catalunya. Iscrizioni: https://www.instituthumanitats.org/es/cursos/primo-levi-presencial

Marta Marin Dòmine è una scrittrice e ricercatrice, dirige El Born Centre de Cultura i Memòria. È stata professoressa alla Wilfrid Laurier University di Waterloo (Canada), dove ha diretto il Center for Memory and Testimony Studies. Ha inoltre collaborato con gruppi di ricerca sulla memoria e sulla letteratura testimoniale presso l’Università di Barcellona e l’Université Paris-Sorbonne. La sua ricerca e creazione letteraria ruotano intorno a esili e memoria, eredità e oblio. Seguendo sempre il filo della memoria, ha anche realizzato film documentari. Nel 2017 ha realizzato l’installazione audiovisiva “Je vous offre las oiseaux / Us ofereixo els ocells al Museu d’Història de Barcelona”, in omaggio alle vittime dell’Olocausto, ora in viaggio in vari centri culturali. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform