direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Alleanza tra l’italiana K4A e la cinese Changxing Aviation del valore di 32 milioni di dollari

INDUSTRIA AEROSPAZIALE

Joint venture presso l’Ambasciata italiana a Pechino

PECHINO – Il gruppo italiano K4A (Knowledge For Aviation), attivo nella realizzazione di elicotteri leggeri, e la società cinese Changxing Aviation Equipment, azienda meccanica cinese del settore aerospaziale, hanno firmato un accordo di joint venture presso l’ambasciata italiana a Pechino del valore di 32 milioni di dollari. Dall’accordo nasce la Jiangxi Deli Helicopter, che avrà sede a Jingdezhen, nella provincia orientale cinese dello Jiangxi. Gli investimenti in denaro, si legge in una nota, saranno a carico della parte cinese, mentre quella italiana offrirà il progetto per la costruzione di 150 elicotteri all’anno a partire dal 2016, quando la joint venture, che avrà un capitale sociale di 29 milioni di dollari, sarà a pieno regime. L’ambasciatore italiano in Cina, Alberto Bradanini, ha salutato la nascita della nuova joint venture, sottolineando l’importanza delle esportazioni di tecnologia avanzata per l’industria italiana.

Industria e tecnologia avanzata italiana da promuovere

“L’Italia deve essere vista con maggiore determinazione come una potenza industriale anche in Cina. Lo è in tanti Paesi al mondo, ma in Cina soffre di un profilo che talvolta mette da parte questa realtà forte che è’ alla base della nostra economia, cioè l’industria e la tecnologia avanzata”.

Attraverso l’accordo raggiunto, spiega K4A, sarà possibile sviluppare anche progetti paralleli, come consulenza alla regolamentazione in Cina di velivoli leggeri e ultraleggeri, scuole di volo e costruzione di piccoli aeroporti per l’aeronautica generale. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform