direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Alla Casa Nazionale di Praga “Design italiano”

MOSTRE

Visitabile sino al 19 novembre l’allestimento con oltre 100 icone del design italiano organizzato dall’Ambasciata d’Italia e dall’IIC con la collaborazione della Camera di Commercio e dell’Industria italo-ceca

 

PRAGA – È stata inaugurata alla Casa Nazionale di Praga la mostra “Design italiano” organizzata dall’Ambasciata d’Italia e dall’Istituto Italiano di Cultura con la collaborazione della Camera di Commercio e dell’Industria italo-ceca.

L’allestimento espone oltre 100 icone del design italiano, tra cui le opere di uno dei suoi massimi interpreti: Vico Magistretti.Presenti anche oggetti famosi proposti dalla “Fondazione Sartirana Arte”. L’esposizione è ordinata secondo uno schema cronologico e introduce i visitatori prima in uno spazio dedicato a Magistretti, per poi snodarsi in un viaggio tra opere che comprendono pezzi di Roberto Barbieri, Michele De Lucchi, Franco Albini, Giotto Stoppino, Enzo Berti, Marco Zanuso, Roberto Barbieri, Alberto Meda, Anna Castelli Ferrieri, Ferruccio Laviani, Piero Lissoni,

Ettore Sottsass, Joe Colombo e di nomi internazionali come Ron Arad, Patricia Urquiola, Maarten Van Severen, Marcel Wanders, Phillippe Starck, Ronan & Erwan Boroullec e molti altri. Sono inoltre presenti alcuni dei produttori di design più rappresentativi come Oluce, Artemide, Flou, Schiffini, Zanotta, Cassina, Poltrona Frau, Kartell, Calligaris e Memphis.

“Il design costituisce un punto di convergenza tra estro artistico, creatività e mondo imprenditoriale, una sintesi produttiva che rappresenta uno dei settori d’eccellenza dell’Italia nel mondo – ha dichiarato nel corso dell’inaugurazione l’ambasciatore Aldo Amati. “Per queste ragioni – ha aggiunto – insieme alla cucina, alla lingua e al cinema, anche il design è protagonista della strategia di promozione culturale di #VivereALLitaliana, implementata dalla nostra rete diplomatica nel mondo con un marchio che vuole coniugare la bellezza e la poesia ad ogni dimensione del vivere, del creare e del produrre”.

Erano presenti all’evento anche l’assessore alla cultura Martin Damasek e il direttore dell’IIC, Giovanni Sciola. Ad illustrare l’allestimento, visitabile sino al 19 novembre, la curatrice Alessandra Georgescu. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform