direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Aldo Di Biagio (Ap-Ce) sui contenuti della relazione di Governo alla plenaria del Cgie

ITALIANI ALL’ESTERO

“Bilancio interessante del comparto degli italiani nel mondo, ma restano nodi da sciogliere”

 

ROMA – “La relazione presentata dal Governo nell’ambito della plenaria del Cgie alla Farnesina fa un bilancio interessante rispetto al comparto degli italiani nel mondo, a quanto ottenuto e alle dinamiche auspicate e futuribili, ed è da inquadrare in una prospettiva funzionale ed operativa la volontà di coinvolgimento di tutti gli attori del comparto, come i parlamentari eletti all’estero, gli organi di rappresentanza degli italiani all’estero, l’associazionismo nel mondo e le rappresentanze sindacali”: è quanto afferma Aldo Di Biagio, senatore di Ap-Ce eletto nella ripartizione Europa. Di Biagio sottolinea però come nel merito vi siano ancora importanti questioni da affrontare ed approfondire, come la difficoltà nel far fronte alla crescente domanda di servizi consolare, il ruolo dei consoli onorari e le prospettive di collaborazione con i patronati.

“La consapevolezza che il funzionamento dei servizi alle collettività italiane all’estero sia penalizzato anche dalla carenza di organico – rileva Di Biagio – rappresenta un punto importante del ragionamento così come il fatto che le innovazioni tecnologiche e la digitalizzazione – per quanto conquiste da incoraggiare – siano ancora lontane dal considerarsi un elemento determinante rispetto alle risorse umane. Ed è questo un aspetto da non trascurare, il ruolo delle rappresentanze consolari e del personale ivi operante in grado di offrire servizi e risposte ai cittadini, che non può essere soppiantato da soggetti e strutture, come i consolati onorari o i patronati, che non si configurano come emanazione della pubblica amministrazione” né, precisa il senatore, in termini di completa operatività né in termini di tutela della sicurezza e segretezza dei dati.

Il senatore richiama poi l’importanza della “procedura di allineamento tra schedari consolari e Aire che attualmente è al 94% e che deve rappresentare una mission inderogabile anche nella prospettiva di rendere ottimale l’esercizio del voto all’estero, tenendo ulteriormente conto della campagna di promozione per l’iscrizione all’Aire lanciata in queste settimane”. “Guardiamo con attenzione alle attività della sessione di bilancio di queste ore soprattutto sul fronte delle integrazioni assunzionali e delle rimodulazioni delle risorse, che nei fatti – sebbene non completamente risolutivi – possono rendere attuabili le prospettive e gli auspici condivisi in sede di Cgie”. – conclude Di Biagio. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform