direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Al via la partnership con Assofintech e l’attivazione di un desk dedicato alla Camera di Commercio Italiana a Singapore

CAMERE DI COMMERCIO

Singapore punta a diventare Smart Nation nel 2030 e si posiziona come la prima nazione del fintech nel sud est asiatico

SINGAPORE – La Camera di Commercio Italiana a Singapore (ICCS – Italian Chamber of Commerce in Singapore) ha siglato un accordo strategico di partnership con l’Associazione Italiana per il Fintech (Assofintech).

L’accordo di durata biennale mira a contribuire allo sviluppo dell’innovazione tecnologica e all’evoluzione dell’universo del fintech e insurtech attraverso una collaborazione continuativa tra Italia-Singapore e iniziative mirate di interscambio per la crescita dell’economia digitale.

Tra le iniziative previste nell’ambito della partnership, l’attivazione di un desk Assofintech dedicato presso la Camera di Commercio Italiana di Singapore funzionale al rafforzamento delle relazioni di business e alla condivisione di expertise; e l’organizzazione di attività info-formative per far conoscere il profilo economico e tecnologico delle imprese del settore. La partnership prevede poi azioni congiunte di analisi e studio di nuove tecnologie e modelli nel settore finanziario e assicurativo, la definizione di accordi tra aziende incumbent e imprese fintech/insurtech e infine l’organizzazione di incontri con investitori professionali e istituzionali.

Le imprese italiane che operano all’interno del settore fintech stanno vivendo una rapida crescita, operando sempre più in un’ottica internazionale e possono individuare Singapore come mercato di crescita.

Il Governo di Singapore si è impegnato inoltre in una politica solida per le startup del settore Fintech su cui ha investito oltre 200 milioni di euro al fine di promuovere l’innovazione e l’inclusione finanziaria.

Oltre ad essere uno dei principali hub finanziari a livello mondiale, oggi Singapore – sottolinea la nota diffusa dalla Camera di Commercio –  investe fortemente sull’innovazione tecnologica con l’obiettivo di diventare una Smart Nation entro il 2030; è considerata la prima città nel sud est asiatico per il settore e conta attualmente oltre 100 incubatori e 150 Venture Capital.

“La partnership che abbiamo attivato con AssoFintech è foriera di nuove opportunità di sviluppo e di evoluzione per le imprese del comparto in una geografia del business orientata verso legami sempre più stretti tra Italia e Singapore – ha commentato Alberto Martinelli, presidente ICCS e Managing Director di Julius Baer. – “La condivisione di know-how e la creazione di una rete sinergica sono elementi essenziali per saper cogliere l’evoluzione del mercato, specie in settori strategici e a alto potenziale di sviluppo come il fintech e l’insurtech. L’accordo che abbiamo siglato – prosegue Martinelli – rappresenta uno step propedeutico per promuovere l’ulteriore crescita di questi due segmenti e rafforzare la collaborazione strategica che abbiamo all’attivo con l’Italia nel comparto nell’ambito della più ampia rete di attività svolta con Assocamerestero”.

“Desidero ringraziare il Presidente Martinelli e la Camera di Commercio Italiana a Singapore per l’accordo sottoscritto con Assofintech in settori strategici come il Fintech, l’Insurtech ed il Proptech. Oggi la tecnologia applicata a questi segmenti dell’economia rappresenta motivi importanti di sviluppo e di partnership, ed è per noi importante, così come per i nostri associati, poterlo realizzare in un’area come Singapore che rappresenta una delle eccellenze a livello mondiale – ha spiegato Maurizio Bernardo, Presidente di Assofintech. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform