direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Al Teatro di Haifa “L’uomo dal fiore in bocca” di Luigi Pirandello

APPUNTAMENTI

Il 10 dicembre la messa in scena promossa dagli Istituti Italiani di Cultura di Tel Aviv e Haifa in occasione del 150° anniversario della nascita del drammaturgo siciliano

 

HAIFA – Andrà in scena al Teatro di Haifa il 10 dicembre alle ore 21 “L’uomo dal fiore in bocca”, adattamento all’ebraico dell’opera di Luigi Pirandello promossa dagli Istituti Italiani di Cultura di Tel Aviv e Haifa in occasione del 150° anniversario della nascita del drammaturgo siciliano.

L’adattamento e la regia sono di Orly Noa Rabinyan; in scena gli attori Yoav Yeffet e Shira Curiel.

Lo spettacolo è in ebraico con sottotitoli in italiano.

“L’uomo dal fiore in bocca” nasce come racconto breve prima di essere adattato per il palcoscenico e diventare una delle opere più note di Luigi Pirandello. In questo atto unico il drammaturgo italiano, vincitore del Premio Nobel, costruisce un’architettura per la trasformazione.

Lo spettacolo ruota su come un singolo momento possa cambiare il resto della nostra vita. Esiste un punto preciso nel quale il “prima” diventa un “dopo”? E a che cosa ci aggrappiamo quando la terra vacilla sotto i nostri piedi?

Luigi Pirandello (1867-1936) è stato un drammaturgo siciliano, romanziere e poeta. Ha scritto oltre 40 opere teatrali, tra cui “Sei personaggi in cerca di autore”, “Questa sera si recita a soggetto” e “Enrico IV”.
“L’uomo dal fiore in bocca” fu pubblicato per la prima volta nel 1918 sotto forma di racconto breve con il titolo “Caffè notturno”. Qualche anno dopo fu ristampato con il titolo definitivo “La morte addosso”. Solo nel 1923 Pirandello lo trasformò in una pièce teatrale, divenuta uno dei suoi atti unici più noti in Italia e all’estero.

Orly Noa Rabinyan è una regista e autrice teatrale attiva in Israele e all’estero. Formatasi come regista a Londra e a Tel Aviv, è membro/co-fondatore di WWLab, un collettivo internazionale di registi, del Lincoln Center Theatre Directors Lab, del Robert Wilson Watermill Center e del gruppo La Mama in Umbria.

L’iniziativa è realizzata nell’ambito di EVE – The Association of Independent Theatre Creators in Israel. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform