direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Ai veneti iscritti all’AIRE solo l’assistenza ospedaliera urgente

ITALIANI ALL’ESTERO

 

Associazione Bellunesi nel Mondo: “Una novità amara che riduce il Welfare, ma che rientra nella manovra messa a punto per tenere sotto controllo la spesa sanitaria”

 

BELLUNO –“Il contenimento della spesa sanitaria colpisce i cittadini veneti iscritti all’AIRE . Dal 1° ottobre, e comunque entro il 31 dicembre, vengono meno tutte le regole previgenti, che consentivano il rilascio e il rinnovo della tessera sanitaria, le esenzioni per patologia, il diritto all’esenzione al pagamento del ticket per motivi di reddito.  D’ora in avanti la Regione Veneto si limiterà ad assicurare loro – in occasione di un temporaneo soggiorno in patria – solo quanto stabilito a livello nazionale, vale a dire la copertura sanitaria ai sensi del decreto ministeriale 1° febbraio 1996. Lo riferisce l’Associazione Bellunesi nel Mondo. “In altre parole – spiega – «le prestazioni ospedaliere urgenti e per un periodo massimo di 90 giorni nell’anno solare». Tutto il resto sarà a pagamento, perché ai cittadini veneti iscritti all’Aire non verrà più riconosciuta la tutela sanitaria più ampia di carattere  regionale. 

Le prestazioni ospedaliere urgenti potranno essere erogate anche in più periodi, ma in ogni caso non potranno superare i 90 giorni nel corso d’anno. Oltre tale limite temporale i cittadini veneti iscritti all’AIRE, per l’eventuale assistenza ospedaliera ricevuta, saranno tenuti al pagamento delle tariffe previste dalla Regione. Nessuna deroga per le cosiddette cure programmate, per le quali andrà corrisposta l’intera tariffa. Esclusi dalla copertura sanitaria pure i cittadini italiani nati all’estero, i cittadini che hanno acquisito la cittadinanza italiana all’estero, anche qualora siano famigliari di cittadino italiano residente all’estero avente diritto. Una novità amara – conclude l’Associazione – , che riduce il Welfare, ma che rientra nella manovra messa a punto per tenere sotto controllo la spesa sanitaria”.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform