direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Ad Amburgo la proiezione del film “Pinocchio” (2012) di Enzo D’ Alò con ospite il fumettista Lorenzo Mattotti

APPUNTAMENTI

Un’iniziativa organizzata dall’IIC

AMBURGO – L’Istituto Italiano di Cultura ad Amburgo ha organizzato nei giorni scorsi la proiezione del film di animazione “Pinocchio” (2012) di Enzo D’ Alò, basato sul libro “Le avventure di Pinocchio” di Carlo Collodi, con le musiche di Lucio Dalla. Ospite dell’evento, presentato in lingua originale con sottotitoli in italiano, Lorenzo Mattotti, fumettista e illustratore italiano che ha curato l’illustrazione del film, presentato alla 69esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nella sezione “Giornate degli Autori”.

Al termine della proiezione, adulti e bambini presenti hanno conversato con l’ospite, che si è soffermato sulla collaborazione con D’Alò nella creazione dei personaggi e del set. Mattotti ha raccontato come nel processo di realizzazione della scenografia del film, durato oltre due anni, si sia ispirato a paesaggi a lui familiari, come le spiagge del litorale toscano, adattandoli poi alla visione di pubblico infantile. In seguito – si legge nella nota diffusa dall’IIC in proposito – ha spiegato come alcune scene siano un rimando a paesaggi presenti nella storia dell’arte italiana, come quelli ritratti dai Macchiaioli, e alla metafisica di De Chirico. Ha infine rivelato come si sia servito della “psichedelicità”, tipica di Depero e dei Futuristi, per rappresentare in modo chiaro e di facile comprensione, dato il pubblico composto prevalentemente da bambini, l’alienazione vissuta da Pinocchio durante il soggiorno nel “Paese dei Balocchi”.

Mattotti è stato ospite anche di un incontro successivo, presso la Literaturhaus di Amburgo, insieme alla fumettista berlinese Anke Feuchtenberger, compagna dell’artista italiano Stefano Ricci, con il quale ha fondato nel 2008 la Casa editrice “Mami”. La Feuchtenberger, titolare dal 1997 di una cattedra di disegno e illustrazione presso il Politecnico di Amburgo – Dipartimento di Scienze Applicate, si è aggiudicata nel 2008 il premio tedesco “Max und Moritz” del Salone Internazionale di Fumetti di Erlangen. I due artisti, grazie alla moderazione di Andreas Platthaus, giornalista, autore ed esperto di fumetti, attualmente viceredattore-capo della “Terza Pagina” presso la Frankfurter Allgemeine Zeitung e di Christian Gasser, giornalista freelance, coeditore della rivista di fumetti “Strapazin” di Zurigo, nonché docente presso l’Accademia delle Belle Arti di Lucerna, hanno esposto e spiegato le tematiche ricorrenti nelle loro molteplici opere e collaborazioni. A tradurre gli interventi l’interprete berlinese Johannes Hampel, che vanta una lunga e produttiva collaborazione anche con l’IIC di Amburgo. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform