direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Washington la riunione di coordinamento consolare con i nuovi Comites e consiglieri del Cgie, i direttori degli IIC e i parlamentari eletti nella ripartizione

ITALIANI ALL’ESTERO

Fucsia FitzGerald Nissoli (Pi): “Clima costruttivo e di dialogo per il bene della collettività italiana negli Usa”

WASHINGTON – Fucsia FitzGerald Nissoli, deputata di Per l’Italia eletta nella ripartizione America settentrionale e centrale, ha partecipato nei giorni scorsi alla riunione annuale di coordinamento consolare indetta dall’ambasciatore d’Italia negli Stati Uniti, Claudio Bisogniero, con i capi degli Uffici consolari, i presidenti dei Comites, i direttori degli Istituti di cultura e i neo eletti membri del Cgie.

In quella occasione Nissoli ha ribadito in particolare il suo impegno per la scuola italiana all’estero, richiamando il suo emendamento approvato con la riforma della “Buona scuola” e riguardante il sistema di promozione e diffusione della lingua e della cultura italiana. In esso è prevista l’istituzione di “una cabina di regia da parte dei soggetti coinvolti nella promozione scolastica nel mondo, per cui – ha sottolineato la parlamentare – i ministeri degli Esteri e dell’Istruzione dovranno coordinarsi e garantire insieme una efficace sinergia degli strumenti di promozione della nostra lingua nel mondo, nell’esercizio di quell’autonomia e della flessibilità che saranno prassi in Italia e che potranno trovare anche una migliore e più efficace applicazione all’estero”. Richiamati anche gli importanti risultati conseguiti dal Programma Advanced Placement negli Stati Uniti, anche attraverso “l’impegno e il lavoro di ambasciatore e Cgie”. “Grazie a questi programmi i tanti figli di italiani che vivono in Usa hanno avuto la possibilità di conoscere meglio le proprie radici; concordemente a quegli studi pedagogici che hanno dimostrato che conoscere la lingua di origine serve ad uno sviluppo psicofisico più armonioso e contribuisce ad una migliore integrazione nei territori di accoglienza. Un aspetto importante, quindi – ha rimarcato Nissoli, – anche per i tanti figli di italiani che vivono in Usa”.

Altro tema di discussione evidenziato dalla parlamentare “le problematiche che si affrontano sul campo, soprattutto per la ricerca di risorse finanziarie locali e per la ricerca di soluzioni adeguate per venire incontro alle nuove esigenze di lingua e cultura italiane dei nostri connazionali di seconda, terza e quarta generazione”. Un tema per cui si auspicano “proposte operative che tengano effettivamente conto della domanda di lingua e cultura italiana proveniente dalle diverse realtà geografiche, in tutte le sue diversificazioni e specificità”. “In questo, è fondamentale il contributo dei Comites e dei Consolati in un atteggiamento dialogico e costruttivo ed aperti al contributo dell’associazionismo e delle tante realtà della società civile operanti su questo territorio – conclude Nissoli, augurandosi la prosecuzione del “clima di dialogo costruttivo” riscontrato nel corso della riunione. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform