direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Shanghai la conferenza “Traduzione e riscrittura. Wang Jun e Italo Calvino a confronto con l’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto”

APPUNTAMENTI

 

All’Associazione degli scrittori, il 27 ottobre, il prof. Wang Jun, che ha tradotto in cinese l’Orlando Furioso, in dialogo con Marco Lovisetto, docente di traduzione, scrittura e comunicazione interculturale

 

SHANGHAI – In programma sabato 27 ottobre alle ore 14 alla Sinan Literature’s House, l’Associazione degli Scrittori di Shanghai la conferenza intitolata “Traduzione e riscrittura. Wang Jun e Italo Calvino a confronto con l’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto”.

Interverranno il prof. Wang Jun in dialogo con Marco Lovisetto, docente di traduzione, scrittura e comunicazione interculturale presso la Zhejiang Normal University di Jinhua.

Nel 2018 il prof. Wang Jun, della Beijing International Studies University, ha vinto il premio Lu Xun per la traduzione del poema cinquecentesco di Ludovico Ariosto, Orlando Furioso, pubblicata in dicembre 2017 dalla Zhejiang University Press. Il prestigioso riconoscimento ha voluto premiare il successo di un’impresa senz’altro molto ardua, in cui il traduttore si è trovato a affrontare, oltre alle più ovvie, e comunque infinite, divergenze sul piano puro e semplice della lingua, l’impostazione drammaticamente diversa tra la letteratura cinese e quella italiana del sistema dei generi letterari. In particolare, nella letteratura cinese manca del tutto il genere del poema narrativo, e quindi manca quel modello di lungo racconto in versi che nella cultura europea ha sempre rivestito un ruolo fondamentale, da Omero in poi.

Wang Jun descriverà la sfide che ha dovuto affrontare per rendere accessibile questo testo ad un pubblico cinese, mentre Marco Lovisetto concentrerà la sua attenzione sui problemi legati alla traduzione intralinguistica. Il punto di partenza sarà questa volta Italo Calvino, o meglio la trascrizione dell’Orlando Furioso in italiano moderno che nel 1970 Calvino offrì al nuovo pubblico nazionale, consapevole che l’originale cinquecentesco poteva presentare al lettore novecentesco difficoltà tali da rendere poco godibile un’opera che pure per molti può essere considerata uno dei massimi capolavori della letteratura italiana. Dal Cinquecento al Novecento, rifletteva Calvino, in Italia è cambiato tutto, dall’assetto politico a quello sociale, culturale e nella fattispecie linguistico.

Muovendo quindi dal premio assegnato all’eccellente lavoro di Wang Jun, questa conferenza vuole essere un momento di riflessione sul lavoro di traduzione in quanto tale, nel suo aspetto di riscrittura di un testo col quale sempre, inevitabilmente, si stabilisce un rapporto di fedeltà e infedeltà, restituzione e superamento.

L’incontro è segnalato e promosso dall’Istituto Italiano di Cultura di Shanghai. L’ingresso è libero. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform