direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Pordenone l’assemblea dell’Ente Friulano Assistenza Sociale Culturale Emigranti (Efasce)

ASSOCIAZIONI

La riunione per il rinnovo del consiglio direttivo. Il più votato è stato il presidente uscente, Michele Bernardon, con 154 voti su 217 votanti

 

PORDENONE – Si è riunita nei giorni scorsi l’assemblea dell’Ente Friulano Assistenza Sociale Culturale Emigranti (Efasce), cui sono intervenuti 144 soci (deleghe comprese) e 73 rappresentanti dei segretariati all’estero.

Hanno assistito all’incontro, convocato per il rinnovo del consiglio direttivo, anche il presidente della Provincia, Claudio Pedrotti, e il presidente della Camera di Commercio, Giovanni Pavan, che non hanno partecipato alla votazione, mente i segretariati esteri – si legge nella nota diffusa in proposito dell’Efasce – hanno votato per corrispondenza.

Ad avviare la seduta il presidente uscente Michele Bernardon, che ha dato lettura della relazione morale del triennio del suo mandato e del bilancio consuntivo chiuso a 216 mila euro, cifra – segnala la nota – molto lontana dai fasti di inizio millennio, quando ci si è avvicinati anche al milione di euro, e ciò per le minori entrate dagli enti pubblici. “Ciò nonostante – ha commentato Bernardon – in questi tre anni abbiamo sempre cercato di chiudere in attivo, usando parsimonia e puntando su scelte strategiche, come la collaborazione con le scuole, il rinnovamento dei segretariati all’estero e l’istituzione di e-segretariati”, luoghi di aggregazione virtuali, attivi nelle città a maggiore presenza di giovani emigranti, come Londra e Berlino. Bernardon ha comunque ringraziato Regione, Provincia e Fondazione Crup, che sono i principali partner economici dell’ente.

Il bilancio preventivo per il 2016 è stato ridimensionato in via prudenziale a 190 mila euro, mentre viene confermata per quanto riguarda le iniziative la priorità ai progetti rivolti ai giovani: i soggiorni culturali estivi Young Adults (“che hanno dato grandi soddisfazioni, perché – sottolinea Bernardon – i giovani partecipanti al loro rientro nei paesi di adozione hanno assunto spesso ruolo di più attivi nei segretariati, favorendo il ricambio generazionale”), gli scambi culturali e gli stage di Alternanza Scuola-Lavoro, gli scambi culturali Italia-Argentina fra gli studenti del liceo “Le Filandiere” di San Vito al Tagliamento e la scuola sudamericana di Junin. Tutti i documenti all’ordine del giorno sono stati approvati a larga maggioranza o all’unanimità, senza obiezioni.

Il nuovo consiglio direttivo risulta parzialmente rinnovato rispetto al precedente. Il più votato è stato lo stesso Bernardon, con 154 voti su 217 votanti. Gli altri consiglieri eletti sono: Alberto Bidin (122 voti), Stefania Agnolon (116), Walter Mattiussi (106), Isa Brovedani (85), Vera Turrin (71), Elio De Anna (65), Aniceto Cesarin (56), Pier Giorgio Zannese (50), Luisa Forte (49) e Angioletto Tubaro (44). Rinnovato anche il collegio dei revisori dei conti, che ora è formato da Franca Quas, Mario Tauro, Gabriele Salamon (effettivi), Mario Salvalaggio e Angelo Bernardon (supplenti).

Per Bernardon si è trattato di “una grande soddisfazione, perché abbiamo riscontrato la partecipazione di un consistente numero di soci, di numerosi sindaci e rappresentanti degli enti locali, il che conferma il radicamento dell’ente nel territorio e la vicinanza delle istituzioni al nostro sodalizio”. “L’alto numero di consensi ricevuti lo considero un riconoscimento per il lavoro svolto in questi tre anni a favore dei nostri corregionali all’estero – ha rilevato il presidente. Nella nota si evidenzia anche come la decisione dell’assemblea rispetto al nuovo consiglio direttivo testimoni la volontà di “mantenere la rotta dell’Efasce lontano dagli ambienti dei partiti”.

Il nuovo consiglio si riunirà nei prossimi giorni per procedere all’elezione del presidente e per riprendere i fili delle prossime iniziative, tra cui il 39° Incontro dei Corregionali all’estero, in programma a luglio a Frisanco. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform