direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Palermo il convegno intitolato “Il ruolo dell’emigrazione nelle politiche di sviluppo regionale”

ASSOCIAZIONI

All’iniziativa organizzata dal Coordinamento delle Associazioni Regionali Storiche dell’Emigrazione (Carse) ha partecipato anche l’assessore alla Famiglia, alle Politiche sociali e al Lavoro della Regione Sicilia, Gianluca Miccichè

 

PALERMO – Si è svolto a Palermo il convegno intitolato “Il ruolo dell’emigrazione nelle politiche di sviluppo regionale” fortemente voluto dal Coordinamento delle Associazioni Regionali Storiche dell’Emigrazione (Carse) e a cui ha partecipato anche l’assessore alla Famiglia, alle Politiche sociali e al Lavoro della Regione Sicilia, Gianluca Miccichè, insieme ad esponenti del mondo associativo come Salvatore Augello, segretario generale dell’Unione Siciliana Emigrati e Famiglie (Usef) e Antonio Giovenco, presidente del Carse.

Tra gli interventi segnalati, quello del dirigente Svimez Delio Miotti, di Mario Affronti, direttore dell’Ufficio regionale della Migrantes, di Annalisa Liuzzo che, in diretta da New York, si è soffermata sugli aspetti legislativi dell’emigrazione in Usa, e le testimonianze di Claudio Colomba e Cecilia Riolo, giovani emigrati siciliani di ritorno.

Miotti ha richiamato in particolare alcuni dei dati emersi nell’ultimo rapporto Svimez, evidenziando come essi confermino l’importanza di rafforzare i rapporti tra la Sicilia e i corregionali all’estero attraverso uno strumento efficace quale quello dell’associazionismo. Ha poi sottolineato come la loro azione possa essere rilevante sia sul piano morale e sociale ma anche soprattutto dal punto di vista economico, ricordando il forte impulso che la comunità all’estero può dare alla ripresa. L’assenza della ripresa invece rischia di condannare la Regione ad una tendenziale emarginazione demografica: nell’arco dei prossimi 40 anni – secondo i dati Svimez – essa potrebbe perdere 1.300.000 membri della popolazione attiva.

I rappresentanti delle associazioni storiche dell’emigrazione hanno fortemente rivendicato il loro ruolo di rappresentanza dell’esigenze della comunità siciliana all’estero confermando la legittimità del loro operato e criticando l’azzeramento dei capitoli di bilancio afferenti alle legge regionale che riporta provvedimenti a favore dei lavoratori emigrati e delle loro famiglie e il mancato insediamento della Consulta regionale dell’Emigrazione.

A questo proposito l’assessore Miccichè ha espresso la sua disponibilità all’incontro con le associazioni riattivando il tavolo di confronto per il rilancio del settore e delle necessarie modifiche della legge regionale che va adeguata alle attuali esigenze del cambiamento che sta vivendo il mondo dell’emigrazione. Miccichè ha inoltre parlato della possibilità di  riattivare dopo tanti anni i capitoli di bilancio richiamando ad una più oculata ed efficace gestione della legge. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform