direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Monaco di Baviera l’iniziativa “La mafia parla tedesco” organizzata dalla Fondazione Georg-von-Vollmar-Akademie

LOTTA ALLA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA

 

Laura Garavini (Pd): “Da subito possibile confiscare beni in Europa, se stabilito da sentenze italiane”

 

MONACO DI BAVIERA –  “Non basta possedere le migliori norme antimafia in un unico Paese. Servono norme omogenee in tutta Europa per riuscire a contrastare quei fenomeni criminali che operano sempre più a livello transnazionale.” Lo ha detto Laura Garavini, dell’Ufficio di Presidenza del Pd alla Camera dei deputati , intervenendo a Monaco alla iniziativa “Die Mafia spricht Deutsch” organizzata dalla Fondazione Georg-von-Vollmar-Akademie e dalla sua coordinatrice Carmen Romano. All’iniziativa, organizzata in collaborazione con “Mafia? Nein, Danke”, hanno preso parte anche il presidente dell’Associazione Sandro Mattioli ed il responsabile del dipartimento Criminalità Organizzata della Lka di Monaco Mario Huber.

“Un ottimo esempio in proposito è la legislazione in materia di confische di beni mafiosi”, ha affermato la deputata della circoscrizione Estero-rip.Europa, spiegando che “l’Italia è dotata di una legislazione all’avanguardia, molto migliore rispetto a quella di diversi altri paesi”. “Eppure –ha aggiunto l’on. Garavini – era l’ Italia che impediva, solo fino a poche settimane fa, di potere confiscare diversi beni in giro per l’ Europa, a causa del fatto che non aveva ancora recepito una importante decisione quadro europea: quella che introduce il reciproco riconoscimento di sentenze di confisca. Una legge che, pur prevedendo minori strumenti di quelli previsti dal nostro codice penale, però li estende a tutta Europa e può pertanto risultare estremamente preziosa nel contrasto alle mafie”.

“Dopo anni in cui le mie richieste venivano puntualmente mortificate dai diversi Governi Berlusconi, sono molto contenta – ha precisato Garavini – che l’attuale Governo abbia finalmente dato pronta attuazione a queste importanti leggi. La confisca dei beni continua ad essere lo strumento più efficace nel contrasto alle mafie e poterla applicare a livello europeo rappresenta un passo avanti davvero significativo”.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform