direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Lussemburgo quinta “Settimana delle Risorse Spaziali”

DIPLOMAZIA SCIENTIFCA

LUSSEMBURGO – Le eccellenze industriali e scientifiche italiane hanno avuto ampio spazio, grazie all’impegno dell’Ambasciata d’Italia in Lussemburgo, nella quinta edizione della “Settimana delle Risorse Spaziali” organizzata in Lussemburgo e considerata il più grande evento mondiale dedicato interamente all’esplorazione e all’utilizzo delle risorse nello spazio per fini economici.

L’iniziativa, ideata dall’Agenzia spaziale lussemburghese (LSA) con il sostegno dell’Agenzia spaziale europea (ESA), è durata quattro giorni e ha accolto oltre 1.300 partecipanti tra studiosi, ricercatori ed esponenti del mondo imprenditoriale che hanno fatto il punto sulle ultime scoperte scientifiche e le nuove applicazioni industriali in ambito spaziale, oltre che sul quadro normativo a livello internazionale e sui metodi di finanziamento per la ricerca e lo sviluppo di tecnologie avanzate. Grazie alla costante azione di sensibilizzazione dell’Ambasciata d’Italia- in raccordo con la Direzione Generale del Sistema Paese  e l’Ufficio del Consigliere Militare della Presidenza del Consiglio – l’Italia ha avuto la massima visibilità come Paese altamente competitivo e all’avanguardia nel rispondere alle sfide della “New Space Economy”. Nel corso della sessione inaugurale il Presidente di ASI, Giorgio Saccoccia, ha sottolineato lo straordinario impegno dell’Italia nel campo dello sfruttamento delle risorse spaziali ‘in situ’ (ISRU), con il coinvolgimento attivo di imprese italiane che operano anche in ambiti diversi da quello spaziale, apportando soluzioni tecnologiche particolarmente vantaggiose a tutte le attività connesse con l’esplorazione umana dello spazio. Nel corso dei lavori, è stato evidenziato come il tema dello sfruttamento delle risorse dal suolo lunare e dagli altri corpi celesti sia la nuova frontiera per una crescita sostenibile all’insegna dell’innovazione tecnologica e scientifica, con riferimenti continui all’importanza strategica del programma spaziale ‘Artemis’ guidato dalla NASA (di cui l’Italia e il Lussemburgo sono attualmente gli unici partner europei), che farà sbarcare la prima donna e il prossimo uomo sulla Luna entro questo decennio, come tappa fondamentale verso l’obiettivo a lungo termine di stabilire una presenza autosufficiente sul nostro satellite, gettare le basi per le società private per costruire un’economia lunare e, in prospettiva, mandare gli esseri umani su Marte. Tra gli interventi più significativi per la promozione dell’immagine del Sistema Italia, che punta sul legame ricerca-industria come parte integrante della diplomazia economica e scientifica, quelli dei rappresentanti di Telespazio, OHB Italia e Argotec, SDA Bocconi e Politecnico di Milano.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform