direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Kucova un evento organizzata dal Ministero dell’Infrastruttura e dell’Energia cui ha partecipato anche l’ambasciatore d’Italia in Albania, Alberto Cutillo

INIZIATIVE

In Albania i 100 anni della scoperta del petrolio da parte di ingegneri della Marina Militare italiana

 

TIRANA – L’ambasciatore d’Italia in Albania, Alberto Cutillo ha partecipato a Kucova, nel centro del Paese, ad un’iniziativa organizzata dal Ministero dell’Infrastruttura e dell’Energia per celebrare il centenario della scoperta del petrolio in Albania, da parte di ingegneri del genio della Marina Militare italiana nelle fasi finali della Prima Guerra Mondiale.

Ad intuire la possibile presenza di petrolio in Albania fu infatti il maggiore del Genio navale ing. Nino Boyer, il quale, anche grazie alla buona conoscenza della geologia della Regione, nella primavera del 1917 si accorse della presenza di pani di bitume abbandonati nella zona del porto di Valona e prospettò all’Ammiraglio Nillo ed al Generale Ferrero, i possibili vantaggi derivanti da ricerche di Nafta, che iniziarono così nei primi di gennaio del 1918, continuando sino alla fine di novembre fino ad una profondità di 200 metri.

Grande protagonista delle esplorazioni e delle attività petrolifere in Albania fu poi l’Azienda Italiana Petroli Albanesi, “nipote” dell’odierna Eni, che negli anni trenta realizzò numerosi pozzi tra cui alcuni ingegnosi meccanismi a ruota ancor oggi funzionanti a distanza di oltre ottanta anni, vera e propria testimonianza di un’abilità ingegneristica senza tempo.

La giornata, iniziata proprio con una visita ad alcuni dei pozzi nel centro di Kucova, è proseguita con un seminario dedicato alla storia e alle prospettive future dell’ industria petrolifera in Albania. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform