direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Ginevra Made in Italy e stile italiano

NAZIONI UNITE

 

Raccolta fondi a favore di progetti assistenziali nei Paesi in via di sviluppo

 

GINEVRA  – Zegna, Buccellati, Ferragamo, Alessi e numerose altre imprese il cui nome è sinonimo dello stile e della qualità italiana sono state presenti con i loro prodotti  ad una manifestazione internazionale con finalità benefiche organizzata presso le Nazioni Unite di Ginevra dal “Circolo Femminile delle Nazioni Unite” (United Nations Women’s Guild), informa la Rappresentanza permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali Onu a Ginevra. La manifestazione, aperta dal direttore generale Michael Moeller, offre ogni anno l’occasione per presentare prodotti di tutto il mondo e di raccogliere con la loro vendita fondi a favore di progetti assistenziali nei paesi in via di sviluppo.

Tra le imprese che hanno donato prodotti in favore dell’iniziativa, oltre ai quattro prestigiosi marchi della moda e del design italiano, le aziende bolognesi “Latte e menta” (abbigliamento femminile), Tactus (produzioni discografiche), Studio Emporio Home (produzione di lampade artigianali), il calzificio “Bresciani” di Bergamo, l’azienda di Novara “Riso Buono” ed il produttore di aceto “Andrea Milano” di Napoli.

Lo stand italiano, gestito delle consorti dei diplomatici e dal personale femminile della nostra Rappresentanza presso le Nazioni Unite di Ginevra, ha raccolto grazie alle generose donazioni delle nostre imprese la somma di quasi 10.000 franchi svizzeri, che saranno devoluti a micro progetti a favore di bambini bisognosi nel mondo, ponendo l’Italia ai primi posti quanto a contributo raccolto.

La presenza nello stand del Fondo Ambiente Italiano (FAI) ha offerto l’occasione per presentare alle Nazioni Unite e nel contesto della dinamica realtà economica e culturale ginevrina, a fianco di alcuni prodotti di punta del Made in Italy, anche il patrimonio artistico e paesaggistico dell’Italia.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform