direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A 40 anni dal giro del mondo, l’ex equipaggio di nave Lupo torna a solcare le acque di Lima

MARINA MILITARE

La ex unità italiana, ora ribattezzata BAP Palacios, vive la sua seconda giovinezza al servizio della Marina Peruviana

LIMA (Perù) – Dopo quarant’anni sono tornati a solcare le acque del Callao, in Perù, a bordo della stessa nave con la quale intrapresero la circumnavigazione del globo nel 1979. Questo il sogno realizzato da alcuni membri dell’equipaggio di nave Lupo che oggi, con il nome di BAP Palacios (FM-56), è al servizio della Marina de Guerra del Perù (MGP). Il gruppo si è riunito il 19 dicembre a Lima per celebrare l’anniversario di quella straordinaria avventura a quaranta anni esatti dal passaggio dell’unità italiana nel porto del Callao di Lima.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla passione e alla volontà di un gruppo di ufficiali e marinai ora a riposo – fondatori del Comitato promotore, tutti ex-componenti dell’equipaggio di una delle fregate più importanti nella storia recente della Marina Militare Italiana.

La classe Lupo, infatti, rappresenta uno dei progetti più innovativi e di successo internazionale della cantieristica italiana del dopoguerra.

L’unità capoclasse, non appena raggiunta la piena operatività, a cavallo dell’estate 1979, fino a febbraio dell’anno successivo, effettuò, assieme al cacciatorpediniere Ardito, una crociera intorno al mondo toccando i principali porti internazionali, tra cui Lima, in Perù (a questo link, in formato pdf, il supplemento della Rivista Marittima dedicato alla campagna del Lupo).

“Durante la missione” – spiegano i membri del Comitato – “nave Lupo fu il portavoce nel mondo del prestigio, delle capacità e delle tradizioni della Marina Militare Italiana per mezzo del suo equipaggio. Il giro del mondo fornì all’industria nazionale un’ineguagliabile opportunità di promozione e crescita nei mercati stranieri, facendo conoscere e apprezzare alle autorità militari e civili delle marine estere le capacità operative della piattaforma e delle apparecchiature di cui l’unità era dotata”. Un’eccellenza tutta italiana, riconosciuta anche a distanza di decenni, quando nave Lupo, giunta al disarmo nel 2003, nel 2005 è stata acquistata e ammodernata dal Perù, dove sta vivendo la sua seconda giovinezza al servizio della Marina da Guerra Peruviana (MGP) assieme alle altre tre gemelle italiane della stessa classe (Perseo ora Bolognesi, Orsa ora Aguirre e Sagittario ora Quinones) e alle 4 unità della stessa classe comprate dal Perù a fine anni ‘70 (Carvajal, Almirante Grau, Villavisencio e Mariategui).

La degna celebrazione del quarantennale è stata possibile grazie all’organizzazione in loco da parte dell’Ambasciata d’Italia a Lima, attraverso l’Addetto per la Difesa in Perù, capitano di vascello Massimo Pitarra e alla partecipazione entusiasta della MGP, con i vertici dei comandi navali, tra cui il Vicecomandante delle Operazioni del Pacifico, vicealmirante Polar Figari e il Comandante delle Forze di Superficie, contrammiraglio Bohorquez, e in particolare degli ufficiali che, in questi ultimi anni, si sono alternati al comando del BAP Palacios (ricordiamo che il primo comandante del BAP Palacios fu il capitano di vascello Gonzalo Rios Polastri, divenuto poi Comandante Generale della MGP, arrivato a coprire fino allo scorso febbraio, l’incarico di Viceministro della Difesa).

L’evento centrale del programma è stato il tanto atteso ritorno a bordo. L’unità ha solcato le acque del Callao, nel Distretto di Lima, esattamente a quarant’anni di distanza dal 19 dicembre del 1979. Nel corso della navigazione è stata celebrata una semplice ma toccante cerimonia con lancio di una corona in mare, per ricordare i caduti di entrambe le Marine. Successivamente, i membri dell’equipaggio di nave Lupo hanno visitato l’unità, ricordando quell’avventura attraverso un video composto soprattutto da immagini storiche riguardanti la costruzione, il varo e gli anni di servizio dell’unità navale sotto le insegne del Tricolore. All’evento ha partecipato anche l’ambasciatore d’Italia a Lima S.E. Giancarlo Maria Curcio.

Le celebrazioni sono poi proseguite nei giorni successivi con incontri e visite ad alcune installazioni della MGP, come il recentemente rinnovato “Museo Naval” e la “Escuela Naval” (l’Accademia Navale locale), dove il Comitato promotore dell’evento, ha potuto apprezzare il legame storico e le radici dell’amicizia che caratterizza la Marina de Guerra del Perù e la Marina Militare Italiana. (Osvaldo Marchese/Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform