direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

50 anni della MCI di Zürichsee – Oberland

ITALIANI NEL MONDO

 

ZURIGO – La comunità cattolica italiana di Zürichsee – Oberland è in festa. In questi giorni, infatti, ricorrono i primi cinquant’anni della Missione Cattolica Italiana. Una MCI che si è fatta vicina ai tanti emigrati italiani che dopoguerra hanno scelto la Svizzera e in particolare questa porzione di terra come luogo dove vivere e costruire la propria vita. Nei giorni scorsi l’evento è stato celebrato con una solenne liturgia eucaristica bilingue presieduta dal vicario generale della diocesi, mons. Josef Annen insieme al delegato vescovile per i Migranti, mons. Luis Capilla, al decano Stefan Isenecke e al responsabile della Missione Cattolica Italiana don Placido Rebelo. Con loro anche diversi missionari italiani in Svizzera e rappresentati delle parrocchie svizzere vicine. A ricordo anche una targa scoperta e benedetta a termine della celebrazione.

Il cinquantesimo della missione cattolica – ricorda in un messaggio il direttore di Migrantes, mons. Gian Carlo Perego – cade in un anno giubilare straordinario, a ricordo del Concilio Vaticano II, e con l’invito a “costruire misericordia intorno a noi. Una felice coincidenza che, da una parte impegna la comunità a mettersi alla scuola del Concilio, continuando il cammino di riforma della Chiesa – di cui continuamente parla papa Francesco – che impegna tutti i fedeli – presbiteri, consacrati e laici – e che chiede di ripensare non tanto le strutture, quanto il nostro stile di vita”. Perego ricorda i tanti che in questi cinquant’anni hanno contribuito a costruire “una storia di comunità che vorremmo sempre più fraterna”. (Raffaele Iaria – Migrantes online /Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform