direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

19° Incontro con le comunità piacentine nel mondo

ITALIANI ALL’ESTERO
19° Incontro con le comunità piacentine nel mondo
L’incontro si svolge quest’anno l’11 agosto a Ottone
PIACENZA – La Provincia di Piacenza in collaborazione con l’Associazione Piacenza nel Mondo organizza ogni anno un incontro con le comunità piacentine nel mondo che sono centinaia e dislocate ai quatto angoli del globo. Quest’anno il ritrovo è a Ottone, l’11 agosto, e sarà ancora una volta l’occasione per rafforzare quel legame tra gli amministratori locali, la popolazione locale, che partecipa sempre molto numerosa, e i concittadini che vivono all’estero.
E’ stata scelta la prima domenica di ferragosto proprio perché le vallate si ripopolano di emigrati e dei loro figli e nipoti che ovviamente parlano l’inglese, il francese, lo spagnolo, ma nonostante questo intreccio di lingue il piacentino domina perché a Londra, a New York, a Parigi nelle famiglie degli emigrati si parla ancora il piacentino. Si tratta infatti di piacentini che non hanno mai smesso di amare i borghi, i paesi, le vallate da cui sono partiti i loro nonni, i loro padri e loro stessi in cerca di un lavoro, di un futuro in una nuova terra, in un mondo nuovo.
Ogni anno durante la manifestazione vengono nominati i “Piacentini benemeriti nel mondo”, ovvero due piacentini che si sono distinti all’estero, che divengono così ambasciatori della nostra cultura, della nostra tradizione e della nostra storia. Quest’anno i premiati sono Louis Molinari (scultore insignito della Legione d’onore per meriti artistici e sociali e residente a Parigi) e Francesco Raggi (emigrato da Ottone al Cile), il Comune di Ottone consegnerà un premio speciale a una persona piacentina che vive all’estero.
Infine, Silvia Pattarini presenterà il suo libro “Biglietto di terza classe”, una raccolta di memorie dedicate al fenomeno dell’emigrazione: al centro del romanzo la storia di Lina, un’emigrata della Valtrebbia costretta a fronteggiare lo sfruttamento e i soprusi sulle donne e a trovare una nuova identità come cittadina americana. (Inform)
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform