direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

XX edizione Cibus, presentazione del Salone Internazionale dell’Alimentazione: l’intervento del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio

FARNESINA

 

L’evento si terrà a Parma dal 31 agosto al 3 settembre 2021

(fonte immagine Farnesina)

ROMA – Presentata la XX edizione di Cibus, Salone Internazionale dell’Alimentazione, che si terrà a Parma dal 31 agosto al 3 settembre 2021. Cibus costituisce, insieme a Tuttofood Milano, l’evento fieristico di riferimento dell’agroalimentare italiano, una vetrina di visibilità internazionale per le aziende del settore e una manifestazione simbolo del Made in Italy. E’ prevista l’esposizione di nuovi prodotti che dovrebbero trainare la ripresa dei consumi interni e delle esportazioni, consentendo agli operatori stranieri di tornare sul nostro territorio e visitare le principali aziende italiane del settore. Il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio nel suo intervento ha ricordato come quest’ultimo anno abbia messo in difficoltà tutto il comparto esprimendo soddisfazione per l’organizzazione in presenza della XX edizione Cibus che “segnerà la vera ripartenza quale fiore all’occhiello del Made in Italy”, ha esordito Di Maio evidenziando come il settore dell’agroalimentare è passato dall’8% del 2011 al 10,6% del 2020, ossia in piena emergenza pandemica. “E’ questo un dato incoraggiante in un anno di contrazione generale. Abbiamo strumenti efficaci per il sostegno al sistema fieristico che prima della pandemia era un sistema da mille eventi per 60 miliardi di euro come giro d’affari. Tra 2020 e 2021 il ventaglio delle misure finanziarie, messe in campo insieme a Simest e ICE a sostegno delle fiere, comprende strumenti flessibili come il Fondo 394 di Simest ossia finanziamenti fino a 10 milioni di euro di cui 800mila a fondo perduto. Sono stati inoltre stanziati 500 milioni di euro di cui 213 milioni come ristori a fondo perduto, 300 per il credito agevolato e 63 come fondo perduto per la patrimonializzazione”, ha spiegato Di Maio sottolineando come con il Decreto Sostegni-Bis ci sarà il rifinanziamento del Fondo 394. Il Ministro degli Esteri ha poi ricordato il ruolo centrale della rete delle Ambasciate e degli uffici ICE per la presentazione del marchio Cibus. “La Farnesina ha messo in campo una strategia organica per l’accompagnamento delle fiere italiane. Inoltre ci sarà una campagna di comunicazione straordinaria sulle fiere”, ha precisato Di Maio ricordando che dal 15 giugno riapre ufficialmente il sistema fieristico in presenza.

Il Presidente di ICE-Agenzia, Carlo Ferro, ha ricordato la centralità della filiera agroalimentare e del digitale come medium di comunicazione. “45 miliardi di euro è il valore dell’export agroalimentare nello scorso anno e c’è una crescita registrata quest’anno. Questo per l’attenzione alla salute e al benessere nella scelta di prodotti sani e sostenibili. L’Italia ha un triplo vantaggio rispetto ad altri che deriva dalla ricchezza del territorio per biodiversità, dalla qualità della dieta mediterranea, ed è secondo esportatore mondiale dopo gli USA per i prodotti biologici”, ha sottolineato Ferro ricordando anche lo strumento di Fiera Smart 365. Il Presidente di Federalimentare, Ivano Vacondio, ha parlato di Cibus come della “celebrazione di un grande riscatto e una vetrina del nostro settore dove, prima della pandemia, food and beverage era un qualcosa di scontato; poi ci siamo accorti come industria alimentare e comparto della logistica che abbiamo fatto i miracoli per non aver mai fatto mancare i prodotti sugli scaffali”, ha spiegato Vacondio precisando che l’industria alimentare è la seconda manifattura del Paese. “Possiamo crescere solo nell’export perché come pensiamo di poter aumentare i consumi in un Paese dove la popolazione diminuisce e invecchia?”, ha fatto emergere tale ragionamento Vacondio. Il Presidente di Fiere di Parma, Gino Gandolfi, ha sottolineato che Federalimentare è un partner insostituibile: “insieme faremo grandi cose per gli stakeholder ma soprattutto per il nostro Paese”, ha commentato Gandolfi. L’Amministratore Delegato di Fiere di Parma, Antonio Cellie, ha precisato come in questi mesi di stop sia stato fondamentale il supporto, non solo finanziario, di Farnesina e ICE. “Va dato atto all’intero settore della distribuzione di aver consentito di avere sempre cibo sulle tavole ma soprattutto cibo di qualità”, ha commentato Cellie. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform