direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“We the Italians against coronavirus”,  successo della raccolta fondi per lo Spallanzani  di Roma presso la comunità italoamericana

ITALIANI ALL’ESTERO

L’iniziativa promossa da We the Italians ha superato l’obiettivo dei 50 mila euro

ROMA – Ha superato l’obiettivo dei 50.000 euro “We the Italians against coronavirus”, raccolta fondi a favore dell’Istituto nazionale per le malattie infettive ‘Lazzaro Spallanzani’ di Roma promossa da We the Italians presso la comunità italoamericana,.

Informa Umberto Mucci, fondatore e ceo di We the Italians, media company italiana dedicata a raccontare l’Italia negli Stati Uniti: “Si è conclusa con un grande successo e il superamento dell’obiettivo prefissato di € 50.000 “We the Italians against coronavirus”, la raccolta fondi a favore dell’Ospedale Spallanzani, eccellenza italiana e centro di ricerca e cura più importante in Italia per le malattie contagiose. Il giorno dopo l’inizio del lockdown in Italia, We the Italians ha attivato la raccolta fondi presso la comunità italiana e italoamericana negli Stati Uniti, anche grazie ad un video di presentazione della direttrice generale dell’Ospedale Spallanzani, la dott.ssa Marta Branca.

Mediante una campagna durata più di un mese e conclusa lo scorso 19 aprile, attivata presso tutti i canali e i contatti di We the Italians, la comunità italoamericana ha potuto mostrare ancora una volta l’amore per l’Italia e la generosità nell’aiutare il Paese in cui i 17 milioni di italoamericani hanno le loro origini. Il loro sforzo è stato questa volta particolarmente generoso, perché avvenuto in un momento in cui anche loro sono duramente colpiti dalla pandemia. Grazie a 300 magnifici donatori la raccolta è arrivata a 30.000 €, per poi superare i 50.000 grazie alla donazione da 25.000 $ della Francesco and Mary Giambelli Foundation di New York, e in particolare alla particolare generosità e all’amore per l’Italia dei vertici dell’organizzazione: Angelo Vivolo, Justine DeVito Tenney e Claudio DeVellis”.

“Siamo davvero molto grati alla Francesco and Mary Giambelli Foundation e a tutti i donatori, a coloro che hanno condiviso e diffuso la campagna e alle numerose associazioni italoamericane che hanno suggerito ai loro membri di partecipare al fundraising in favore dell’Ospedale Spallanzani” hanno dichiarato lo stesso Mucci ed Edoardo Colombo, responsabile delle Relazioni Istituzionali di We the Italians. “La nostra gratitudine va anche a Renzo Arbore, Francesco Baccini e Rosario Monetti, che hanno voluto fare ognuno un video per chiedere ai loro fans di donare e aiutare, tramite noi, una grande eccellenza italiana riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo come l’Ospedale Spallanzani”.

“Ogni pensiero, video e donazione verso il sostegno alla causa del Coronavirus è stato per noi importante e fondamentale per percepire la reale vicinanza da parte di persone che, seppur vivendo dall’altra parte del mondo e anch’essi impegnati nella lotta al virus, hanno deciso di dedicare un aiuto concreto a noi che rappresentiamo un’eccellenza nazionale e internazionale nel campo delle malattie infettive” ha dichiarato Marta Branca, direttrice generale dell’Ospedale Spallanzani di Roma. “Per questo motivo desideriamo ringraziare We the Italians e tutti gli attori coinvolti direttamente e indirettamente nella raccolta fondi che ci ha mostrato grande vicinanza e solidarietà”

“I fondi – spiega Umberto Mucci – saranno destinati alla cura e alla ricerca per combattere il coronavirus; quando sarà possibile in base alle normative di legge e ai protocolli di sicurezza, We the Italians produrrà un breve video a descrizione dell’Ospedale Spallanzani per mostrare a tutti i donatori e a tutti gli italoamericani questa vera eccellenza italiana della quale tutti noi italiani andiamo fieri e che ringraziamo davvero per le attività che tutto il suo staff ha dedicato per prendersi cura di chi da tutta Italia ha necessitato e necessita di aiuto”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform