direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Voci dalla Farnesina”, puntata dedicata al Premio Strega 2021: vincitore Emanuele Trevi

FARNESINA

Il podcast realizzato dal Maeci in collaborazione con l’ANSA

 

 

ROMA – Il Premio Strega è sostenuto dal Ministero degli Esteri e dalla rete degli Istituti Italiani di Cultura. A “Voci dalla Farnesina”, il podcast realizzato dal Maeci in collaborazione con l’ANSA, con Patrizio Nissiri ne hanno parlato Stefano Petrocchi, Direttore della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci (organizzatori di questo Premio letterario), Nicoletta Di Blasi, Direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo, e Simona Battiloro, Capo dell’Ufficio VII della Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese. Ospite della puntata è stato Emanuele Trevi, vincitore dello Strega 2021 con il suo “Due vite”. Battiloro ha spiegato la novità di questa edizione. “La vera novità di quest’anno è nel fatto che abbiamo sistematizzato la partecipazione degli Istituti di Cultura portandoli a 30; d’accordo con la Fondazione abbiamo quindi ridotto il numero di voti per ogni Istituto lasciando invariato però il totale”, ha precisato Battiloro evidenziando come questo contribuisca a far conoscere il ruolo degli Istituti nella promozione culturale. “Ogni anno verificheremo se ci sono nuovi Istituti interessati ed eventualmente rimodulare la lista. Riteniamo che sia un contributo importante che non si esaurisce con la partecipazione all’interno della giuria: infatti gli Istituti potranno organizzare incontri con gli autori della ‘cinquina’ e con il vincitore del Premio”, ha sottolineato Battiloro. Petrocchi ha ricordato come la collaborazione tra la Fondazione e gli Istituti di Cultura nasca nel 2009. “Le sedi sono aumentate di anno in anno fino a raggiungere il numero di 20 nel 2017 e di 30 nel 2021: prevalgono ancora quelle europee ma si sono aggiunte anche sedi nel resto del mondo”, ha precisato Petrocchi evidenziando come la giuria sia in totale composta da oltre 600 giurati. “Scopo della collaborazione con gli Istituti di Cultura è quello di diffondere la conoscenza della narrativa contemporanea. Nel tempo le ‘cinquine’ sono state protagoniste di incontri con i lettori”, ha aggiunto Petrocchi. Di Blasi ha spiegato come si svolge l’attività preparatoria in una delle sedi, cioè quella di Amburgo, dove si forma un comitato di lettura. Ha inoltre ricordato la produzione di un volumetto bilingue scaricabile che è un contributo alla conoscenza della narrativa contemporanea. Un’ulteriore sperimentazione, che riguarda gli Istituti di Amburgo e Vienna, è il progetto “Strega da ascoltare” ossia una lista di brani disponibili online. L’autore Trevi ha parlato della possibilità in più offerta dalle traduzioni per portare il proprio lavoro anche all’estero. Trevi si sente molto legato alla Francia, anche come lettore e critico. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform