direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Videoconferenza del ministro Teresa Bellanova con gli assessori regionali all’agricoltura

POLITICHE AGRICOLE

Un incontro per illustrare risposte e strategia per fronteggiare e superare l’emergenza

ROMA – Il ministro delle Politiche agricole, Teresa Bellanova, ha illustrato in videoconferenza agli assessori regionali all’agricoltura la strategia di risposta all’emergenza coronavirus adottata dal governo. Tra i temi affrontati, le misure per agricoltura, agroalimentare, pesca presenti nel decreto Cura Italia; il lavoro in atto per fronteggiare emergenza alimentare, carenza dei lavoratori stagionali, contrasto alle pratiche sleali; gli interventi per le filiere; il negoziato in atto con l’Europa e gli aggiornamenti sulla Politica agricola comune, i cui anticipi al 70%, per un valore complessivo di circa 1miliardo e mezzo, sono già resi possibili – si legge nella nota diffusa dal Ministero delle Politiche agricole – nel decreto Cura Italia.

In tema di florovivaismo, il ministro Bellanova, dopo aver sottolineato il lavoro congiunto con il Ministero dello Sviluppo economico per garantire la vendita al dettaglio, ha anticipato la circolare che il Ministero dell’Interno sta inviando ai Prefetti in proposito e il lavoro in atto perché nel decreto Cura Italia bis sia presente “un fondo dedicato con una dotazione importante per l’indennizzo dei danni subiti”. “Potrebbe essere opportuno – ha proposto il Ministro – anche l’avvio di una stima regionale dei danni effettivi”.

Sul versante suinicolo, Bellanova ha confermato che “è allo studio degli uffici un intervento sui prosciutti e una valutazione su un incremento della compensazione Iva”.

Quanto all’emergenza lavoro stagionale, “si sta lavorando – ha confermato Bellanova,  – per semplificare la vita delle imprese”. “Nel Cura Italia – prosegue il Ministro – è prevista la modifica sulla visita medica per i lavoratori stagionali non più per singoli contratti ma annuale. Il che significa semplificare la vita dei lavoratori e quella delle imprese senza indebolire le garanzie per i lavoratori. Per agevolare il reperimento della manodopera, stiamo pensando a una lista di iscrizione virtuale per chiunque voglia proporsi sul lavoro agricolo. Potrebbe essere gestita da noi e condivisa con il Ministero del Lavoro, le Regioni, i Centri per l’impiego, le organizzazioni agricole con i CAA. È in atto un lavoro congiunto con il Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, che ha portato alla proroga dei permessi di soggiorno e ho reiterato la richiesta di incontro alla Ministra del Lavoro”. “La  nostra parola d’ordine è: lavorare per reperire la manodopera. Sulla base dell’anagrafica che avremo faremo in modo di ragionare sullo strumento ottimale per impedire che i racconti restino nei campi – ha assicurato Bellanova. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform