direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Vice Ministra Sereni incontra delegazione governativa ucraina, colloqui su rifugiati e minori non accompagnati

ESTERI

 

ROMA – La Vice Ministra Marina Sereni ha presieduto ieri un incontro con una delegazione del governo ucraino, guidata dalla Vice Ministra per l’educazione e la scienza Vira Rogova, comprendente rappresentanti di varie istituzioni, tra cui Daria Herasymchuk, consigliera per i diritti dei bambini del presidente ucraino e Ruslan Kolbasa, direttore generale per la protezione dei diritti dei bambini nel Ministero delle politiche sociali.

Dal lato italiano era presente il direttore generale per le politiche migratorie, Luigi Vignali, il vicepresidente della Commissione adozioni internazionali Vincenzo Starita, funzionari della Protezione civile, del Ministero dell’interno, del Ministero degli esteri e rappresentanti di alcune Organizzazioni internazionali attive sul tema dei rifugiati (UNICEF, UNHCR, OIM).

La Vice Ministra Sereni ha espresso “la piena solidarietà del Governo e del popolo italiano al Governo e ai cittadini e alle cittadine dell’Ucraina”, ricordando gli oltre 100 mila ucraini già arrivati nel nostro Paese e che sono in gran parte ospitati presso la rete della diaspora e dell’associazionismo del terzo settore. A tal fine ha anche riaffermato “il massimo impegno per fornire all’Ucraina e ai Paesi limitrofi sostegno umanitario e per contribuire a rafforzare i mezzi per accogliere, ospitare e assistere i rifugiati in fuga dall’Ucraina, in stretto coordinamento con l’Unione Europea e i nostri alleati. Sappiamo bene che la situazione umanitaria nel Paese è grave e terremo l’attenzione alta”, e ha ribadito che “siamo al vostro fianco: nel dolore causato dalla guerra, nell’attaccamento alla pace e nella determinazione ad aiutare l’Ucraina e il suo popolo”.

Sereni ha ricordato poi, come prima misura di assistenza, i 110 milioni di euro in aiuti finanziati per sostenere il bilancio generale dello Stato, i 26 milioni erogati dalla cooperazione allo sviluppo, a cui seguirà un ulteriore intervento di 200 milioni di euro. L’Italia sta anche sostenendo i paesi limitrofi, come la Moldova, con 10 milioni di euro per l’assistenza ai profughi. La Vice Ministra ha con l’occasione ringraziato tutte le altre Amministrazioni dello Stato e degli Enti locali che stanno profondendo il massimo sforzo in favore dei profughi.

Nel corso della riunione, la delegazione ucraina ha ringraziato l’Italia per le molteplici iniziative in favore dei rifugiati, con particolare riguardo al tema dei minori e dei minori non accompagnati. Entrambi i Paesi condividono l’obiettivo di assicurare la massima protezione per i minori, sulla base delle norme internazionali ed italiane; le autorità italiane hanno ribadito la volontà di rispettare le norme della Convenzione dell’Aja del 1993, evitando procedure di adozione emergenziali, senza il consenso della magistratura ucraina. Verrà peraltro data la massima assistenza possibile per quanto riguarda i casi di quei minori già abbinati a famiglie italiane, in modo da riunirli ai genitori adottivi non appena possibile. Più in generale, è stata ribadita la volontà di mantenere uno stretto coordinamento sui rifugiati, con focus particolare sui diritti dei minori, con il coinvolgimento della rete diplomatico-consolare ucraina, delle autorità italiane, delle organizzazioni internazionali, delle organizzazioni della società civile e del terzo settore, nonché della diaspora ucraina, al fine di scambiare informazioni, approfondire i diversi sistemi giuridici e trovare soluzioni nel superiore interesse dei minori. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform