direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Uno speciale della Lettera della Dante su progetti e potenzialità della diaspora italiana all’estero

SOCIETÀ DANTE ALIGHIERI

Richiamate le novità del progetto editoriale legato al trimestrale “Pagine della Dante” e la necessità di un programma di produzione culturale utile a mantenere il contatto con la diaspora, visti i numeri dell’attuale emigrazione dall’Italia

 

ROMA – La Società Dante Alighieri segnala con uno speciale della sua Lettera settimanale il nuovo progetto editoriale del trimestrale “Pagine della Dante”, rinnovato nella grafica e nei contenuti e i cui numeri a partire da quest’anno sono accompagnati da altrettante uscire della rivista Apice, che raccoglie contributi d’autore e interviste ai protagonisti del dibattito corrente. Il quarto numero annuale allegato aPagine sarà un libro-intervista, disponibile anche in ebook per dare ampio spazio alla voce dei personaggi più autorevoli del mondo della cultura, dell’arte e dell’italsimpatia.

Il primo numero di Apice è stato dedicato a Dante Alighieri, a chiusura del 750° anniversario dalla nascita, che si è compiuto nel 2015. In via di pubblicazione, il numero 2/2016 si concentra sui 150 anni dalla nascita di Benedetto Croce.

Il nuovo progetto si propone inoltre di illustrare i numeri della rete afferente alla Società Dante Alighieri e presente in tutto il mondo, numeri di “un piccolo miracolo”, come “i 955 studenti di Santa Fe, il cui Comitato è animato da 362 soci; i 105 studenti di  Skopje alle porte dei Balcani; i 308 studenti di italiano (e 240 soci) alla Dante di Tbilisi in Georgia; e i 145 corsi della nostra Dante di Tokyo, punta avanzata in termini di didattica e strumentazione digitale; i 2.505 soci che alimentano i 292 corsi dei 13 Comitati in Australia e Nuova Zelanda, con ben 3.413 studenti tra Adelaide, Brisbane, Canberra, Sidney, Auckland e Wellington”, etc. Una rete che “si è ringiovanita, forse più all’estero che in Patria”, segnala la Dante, evidenziando l’opportunità che rappresenta, per la diffusione della nostra lingua e cultura all’estero, la quota di connazionali che continua ad espatriare verso l’estero.

“La rete della Dante Alighieri – si legge nello speciale – deve offrire un luogo di discussione ai nostri ragazzi della Nuova Diaspora. Dobbiamo immaginare un grande programma di produzione culturale per non disperdere il contatto con ognuno di questi giovani e meno giovani, e sperare che, un giorno, l’Italia torni ad alimentare la speranza nel futuro”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform