direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Uno sguardo al passato”, mostra fotografica a Venezia sull’emigrazione italiana e veneta nel mondo

ITALIANI ALL’ESTERO

In Consiglio regionale del Veneto  

VENEZIA – Alla presenza del vice ambasciatore d’Australia a Roma Jo Tarnawsky, e del viceconsole Usa a Milano John Crosby, è stata inaugurata il 28 agosto a Venezia, palazzo Ferro Fini, dal presidente del Consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti, la mostra fotografica “Uno sguardo al passato” sull’emigrazione italiana e veneta organizzata dall’Associazione Nazionale emigranti nelle Americhe e in Australia (Anea).

Dopo aver ringraziato Enrico Pauletto, presidente Anea, che ha organizzato e curato l’esposizione fotografica assieme a Enrico Sgarbossa, Giglio Antonini, Mary Deganello Fabbian, Piero Valente, Annamaria Paoletti Ferronato, il presidente Ciambetti ha sottolineato che “la storia della nostra emigrazione è una grande storia, della quale bisogna essere fieri. E’ una storia scritta dai più semplici e umili che ci hanno fatto onore” . Ciambetti ha poi ricordato  che “dal prossimo anno scolastico in tutte le scuole di ogni ordine e grado del Veneto si studierà la storia dell’emigrazione veneta, come previsto dal protocollo di intesa tra Regione Veneto, Ufficio scolastico regionale e le sette associazioni venete dei nostri emigranti”.

Il percorso espositivo si articola in una sessantina di pannelli che toccano vari momenti e luoghi dell’emigrazione italiana e veneta, soffermandosi specialmente nelle aree di maggiore attrazione come il Rio Grande do Sul nel Brasile Meridionale.
“La storia dell’emigrazione – ha notato Ciambetti – è una storia dolorosa, segnata da indicibili difficoltà, lo fu nel passato e lo è tutt’oggi: Pensiamo alla drammatica situazione che sta vivendo la comunità veneta ed italiana in Venezuela, nazione che vive una devastante emergenza socio-sanitaria e una grave crisi umanitaria che non possiamo più sottostimare”. La mostra rimarrà aperta al pubblico gratuitamente dal lunedì al venerdì ( dalle ore  10 alle ore 17) fino al 10 ottobre. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform