direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Una giornata dedicata ai bambini delle scuole di Zaghouan (Tunisi)

COOPERAZIONE ITALIANA

L’ambasciatore d’Italia a Tunisi, Lorenzo Fanara, insieme al ministro dell’Istruzione tunisino, Hatem Ben Salem, in visita alle scuole beneficiarie di progetti finanziati dalla Cooperazione italiana

 

TUNISI – Il ministro dell’Istruzione tunisino, Hatem Ben Salem, e l’ambasciatore d’Italia in Tunisia, Lorenzo Fanara, accompagnati dal direttore regionale dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (Aics) a Tunisi, Flavio Lovisolo e dal rappresentante del Programma Alimentare Mondiale (Pam), Maria Lukyanova, hanno organizzato una visita in una scuola del Governatorato di Zaghouan.

Si tratta della scuola elementare “Henchir El Jadid” di Nadhour, che ha beneficiato del progetto finanziato dalla Cooperazione italiana e realizzato dal Pam, che prevede la creazione di un orto che contribuisce a soddisfare le esigenze della mensa, recentemente arredata e ristrutturata dallo stesso Ministero della Pubblica istruzione tunisino. Il Ministro e l’Ambasciatore si sono seduti a tavola con i bambini per la pausa pranzo.

“È un piacere poter condividere la vita quotidiana degli allievi di questa scuola. Grazie ai finanziamenti della Cooperazione italiana, la capacità produttiva di questo istituto consente la distribuzione di pasti su altri cinque istituti del Governatorato di Zaghouan. Questa volontà di includere le scuole di tutto il territorio nazionale, anche quelle collocate in aree remote e rurali, conferma l’impegno dell’Italia con il Pam a sostenere l’azione del Ministero della Pubblica Istruzione – ha affermato Fanara, ricordando come “la Cooperazione italiana ha già finanziato negli ultimi anni l’acquisto di cucine moderne per 137 scuole in Tunisia, nell’ambito di un vasto programma del Ministero della Pubblica istruzione tunisino volto a migliorare i servizi nelle scuole pubbliche.

Il progetto, in fase di realizzazione, è finanziato dalla Cooperazione Italiana con un contributo di 2,5 milioni di euro (8,2 milioni di dinari) e fa parte dei fondi allocati sulla base del Memorandum d’Intesa, firmato tra Italia e Tunisia per il periodo 2017-2020. Questa iniziativa mira anche a sperimentare un modello innovativo di alimentazione scolastica, che prevede la creazione di cucine “centrali” in grado di produrre e distribuire pasti caldi e nutrienti a scuole “satellite” che non dispongono di cucine. Il progetto prevede anche la creazione di 30 orti in 20 scuole, che saranno curati e coltivati da gruppi di sviluppo agricolo, composti da donne della comunità locale. I prodotti di questi orti contribuiranno in tal modo al fabbisogno alimentare della scuola, alla sensibilizzazione dei bambini e degli insegnanti sull’alimentazione sana e sul miglioramento del reddito delle donne rurali. Infine, il ministro Ben Salem e l’Ambasciatore d’Italia hanno visitato una società nel governatorato di Zaghouan, che ha beneficiato del programma di linee di credito della Cooperazione italiana, attraverso il quale la società è stata in grado di offrire lavoro ad altre 6 persone. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform