direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Un nuovo programma per formare in Italia giovani scienziati del Sud del mondo globale

COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO

Twas-Sissa-Lincei Research Cooperation Visits Programme” offre 10 borse di studio e la possibilità di partecipare a visite di scambio presso i laboratori Sissa

Il progetto mira a contribuire a frenare la fuga di cervelli da sud a nord ed è stato avviato dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

 

TRIESTE/ROMA – TWAS, SISSA e Accademia Nazionale dei Lincei, con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale si stanno unendo per promuovere lo sviluppo scientifico nei Paesi meno sviluppati.

TWAS (Accademia Mondiale delle Scienze per il progresso della scienza nei paesi in via di sviluppo) e la Scuola Internazionale di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste, così come l’Accademia Nazionale dei Lincei a Roma, stanno lanciando un nuovo programma di scambio per giovani scienziati dei paesi in via di sviluppo. Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) sta svolgendo un ruolo centrale nel progetto che offre sostegno attraverso la sua Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo.

Il programma “TWAS-SISSA-Lincei Research Cooperation Visits Programme” offre 10 borse di studio e la possibilità di partecipare a visite di scambio di tre mesi presso i laboratori SISSA. I richiedenti ammissibili devono provenire da paesi scientificamente in ritardo e non più di 40 anni. Una volta completato il lavoro di borsa di studio, i vincitori torneranno nei loro paesi per applicare le loro competenze e competenze appena acquisite.

“Gli scienziati più giovani e all’inizio della carriera riceveranno enormi benefici dalle visite di scambio, che offrono un’importante opportunità di imparare da scienziati affermati che hanno competenze specifiche nei rispettivi campi”, ha spiegato Romain Murenzi, direttore esecutivo di TWAS. “Inoltre, le visite favoriscono l’inizio di collaborazioni internazionali e durature che sono essenziali per lo sviluppo di progetti interdisciplinari”.

TWAS è un’unità di programma dell’UNESCO,che gestisce i fondi e il personale dell’Accademia.

Le proposte basate su progetti di ricerca trasformazionale sono le più gradite, soprattutto se mirano a promuovere la scienza sostenibile, in linea con la politica globale a sostegno degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS) delle Nazioni Unite. Le borse di studio saranno assegnate a giovani scienziati che si addestrano in diversi campi, che saranno quindi in grado di fornire soluzioni e contributi innovativi alle sfide critiche nei loro paesi.

“Attraverso questo programma, scienziati dei paesi in via di sviluppo, in particolare dell’area subsahariana, saranno in grado di realizzare progetti di ricerca in alcuni dei settori più avanzati, con particolare attenzione agli argomenti evidenziati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Le attività di ricerca saranno svolte presso i laboratori SISSA”, ha detto Stefano Ruffo, direttore di SISSA. “Prevediamo effetti altamente positivi sulla formazione scientifica degli studenti universitari di questi paesi”.

“L’Accademia Nazionale dei Lincei è un partner impegnato in questa iniziativa”, ha dichiarato il presidente del Lincei Giorgio Parisi. “Questo perché crediamo nell’importanza di uno sviluppo scientifico globale e nell’importanza strategica della cooperazione internazionale, che è un prerequisito necessario per lo sviluppo equo e sostenibile e i valori democratici statali”.

Il progetto mira a contribuire a frenare la fuga di cervelli da sud a nord. È stato avviato dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del MAECI, attraverso il suo direttore generale, l’ambasciatore Giorgio Marrapodi, e il dr. Diego Cimino, che è il consulente esperto con le organizzazioni internazionali.

“L’Italia sostiene questa iniziativa finalizzata alla valorizzazione, scambio e acquisizione di scienza, tecnologia e conoscenza tra tutti i paesi. Tale processo è ancora più importante ora, in questa nuova era globale, in quanto dobbiamo accelerare la ricerca di soluzioni alle sfide globali e il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite dell’Agenda per il 2030”, ha dichiarato l’ambasciatore Marrapodi. “Siamo orgogliosi – ha aggiunto – di questa partnership con istituti scientifici nazionali e internazionali del sistema Trieste (TWAS e SISSA), e con l’Accademia Nazionale dei Lincei, perché valorizza le risorse umane e le forze scientifiche fornite da giovani ricercatori e scienziati dei paesi in via di sviluppo, all’interno dei nostri istituti scientifici di eccellenza. L’Italia conferma la sua vocazione in questo senso e offre le sue risorse per rafforzare il partenariato globale per lo sviluppo sostenibile”.

Il professor Wolfango Plastino, membro del gruppo consultivo permanente per l’assistenza tecnica e la cooperazione dell’Agenzia internazionale per l’energiaatomica (AIEA),e del Centro Linceo Interdisciplinare “Beniamino Segre” dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Plastino ha seguito, in particolare, aspetti rilevanti circa la presentazione, la discussione e l’approvazione del progetto con la Direzione generale per la cooperazione allo sviluppo di MAECI.

Il governo italiano, sempre al fianco di TWAS attraverso il suo Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, concede l’attività dell’Accademia attraverso il suo appoggio finanziario e morale. TWAS e altri istituti scientifici di Trieste stanno fornendo un catalizzatore significativo per la crescita scientifica e tecnologica dell’Africa, uno dei focus delle attività di cooperazione internazionale di MAECI.

L’invito a partecipare al programma è aperto e rimarrà disponibile fino al prossimo 9 settembre (v. https://twas.org/opportunity/twas-sissa-lincei-research-cooperation-visits-programme ). (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform