direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Un aggiornamento di Fabio Porta (Pd, ripartizione America meridionale) sul tasso di cambio da applicare al pagamento delle pensioni italiane in Venezuela

ITALIANI ALL’ESTERO

ROMA – Con una nuova lettera ai Ministeri competenti, Fabio Porta, presidente del Comitato per gli italiani all’estero e la promozione del sistema Paese della Camera dei Deputati, è tornato sulla preoccupata attesa dei pensionati italiani residenti in Venezuela relativa al tasso di cambio da applicarsi al pagamento delle pensioni italiane ed ha ripercorso le iniziative che si sono succedute in questi ultimi mesi per arrivare alla soluzione del problema (vedi anche http://comunicazioneinform.it/verifiche-conclusive-del-ministero-delleconomia-sulle-modalita-di-pagamento-delle-pensioni-inps-in-venezuela/).

“L’Inps ha fornito a Ministeri del Lavoro e dell’Economia tutte le informazioni richieste sui costi di un eventuale passaggio, per il pagamento delle pensioni Inps, dal cambio ufficiale CENCOEX, molto penalizzante, al cambio parallelo SIMADI (più reale ed equo), ed ora si attende finalmente una decisione. L’utilizzo del cambio SIMADI – rileva Porta – consentirebbe ai nostri pensionati di vedersi ripristinare le prestazioni assistenziali (trattamento minimo, maggiorazioni sociali, assegni familiari) e quindi un piccolo ma indispensabile supporto alla loro sussistenza, resa precaria dalla grave crisi economica in Venezuela”. “Il Mef aveva inoltre recentemente chiesto gli eventuali costi dell’utilizzo di un altro cambio, il cosiddetto SICAD, ma è emerso che tale cambio non modificherebbe la situazione e che comunque il Governo venezuelano ne ha recentemente annunciata l’abolizione. Dobbiamo ora sperare – conclude il parlamentare eletto nella ripartizione America meridionale – che la decisione arrivi in tempi brevi e che si scelga l’opzione per il cambio SIMADI e soprattutto che il percorso amministrativo non si inceppi per ragioni meramente formali perché le premesse, anche quelle economiche, per la decisione più giusta, più saggia e più umana, ci sono tutte”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform