direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Turismo & Toscana: le linee strategiche di promozione turistica 2015

REGIONI

 

FIRENZE – Sarà un 2015 di promozione turistica che avrà tre punti chiave: l’offerta turistica toscana in occasione di Expo 2015, la Via Francigena e i grandi eventi culturali che troveranno una prima eco a partire dal sistema aeroportuale regionale integrato. E intanto stamani è stato siglata l’intesa tra Regione e Sharing Tuscany, l’associazione temporanea d’impresa con capofila Convention Bureau di Firenze, che avrà il compito della commercializzazione di itinerari e offerta turistica in occasione di Expo.

A Toscana Promozione il compito di gestire un sistema di prodotti turistici innovativi, a partire da Luxury Wine Resort al turismo slow, da promuovere sia in rapporto ai segnali di rilancio del mercato nazionale che alla centralità dei mercati internazionali più strategici: BRIC, Est Europa, Germania e Nord Europa, USA, Canada, Corea del Sud e Turchia. Con un investimento complessivo di 2 mln 700mila euro,

“Un percorso avviato da tempo per condividere le linee utili ad una revisione del sistema della promozione turistica – ha sottolineato l’assessore regionale al turismo Sara Nocentini nel corso di un incontro con gli operatori pubblici e privati del settore sulle linee promozionali del 2015 – Nell’ottobre scorso abbiamo presentato anche il nuovo modello di governo della promozione turistica; puntiamo a creare in particolare un più forte raccordo tra le destinazioni turistiche di eccellenza della Toscana e il livello regionale rappresentato dai sistemi di imprese turistiche, Regione, ANCI, Toscana Promozione e Fondazione Sistema Toscana”.

Il sistema dell’organizzazione pubblica del turismo in questi ultimi anni si è profondamente trasformato. Ridimensionato il ruolo delle Province, la Regione si interfaccia sempre di più con le destinazioni turistiche, in particolare con i Comuni che, tra l’altro, grazie all’imposta di soggiorno, vengono a disporre di ingenti risorse che possono essere progressivamente  destinabili ad attività di comunicazione e promozione della rispettiva offerta turistica. Sarà la creazione di un vero e proprio sistema delle eccellenze turistiche della Toscana a rappresentare il cuore di questa governance: una sorta di comunità dei prodotti turistici, interattiva e pronta a interpretare le dinamiche di una domanda turistica internazionale sempre più esigente e mutevole.

Anche la rivoluzione dei sistemi di comunicazione, che da alcuni anni caratterizza le attività di promozione turistica, ha avuto riflessi significativi sul quadro organizzativo delle attività degli enti locali e della regione. Occorre di agire in modo sempre più massiccio e strutturato attraverso il sito turismo.intoscana.it che è gestito e costantemente aggiornato dalla Fondazione Sistema Toscana. Per questo la Regione, investendo ingenti risorse regionali, statali e comunitarie, lo ha fortemente potenziato.(Dario Rossi /Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform