direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Trieste, focus in prefettura per la tutela dei minori in ingresso in Italia

INTERNO

L’obiettivo è prevenire e contrastare fenomeni possibili di sfruttamento e tratta

 

TRIESTE – Con l’obiettivo di prevenire potenziali fenomeni di tratta e sfruttamento dei minori stranieri non accompagnati in ingresso in Italia, martedì scorso si è tenuta in prefettura a Trieste una riunione presieduta dal prefetto Annunziato Vardè.

Dalla disamina condotta sul tema, è emerso che l’ingresso dei minori ucraini in Italia avviene nel rispetto delle procedure previste dalle disposizioni vigenti, sia nazionali che internazionali e, in particolare, che tutti i minori ucraini sono in possesso dei documenti necessari per fare ingresso nel territorio nazionale.

Inoltre, i minori vengono identificati dalle Forze di polizia (Polizia di Frontiera e questure) che sono in raccordo con la Procura minorile, il Tribunale per i minorenni di Trieste e i Comuni a garanzia della tutela dei minori stessi durante le fasi che segnano il percorso del minore dall’ingresso alla nomina del tutore.

Per i minori in transito verso altre regioni italiane, la locale Procura per i minorenni provvede ad attivare un flusso di informazioni con le Procure dei territori dove i minori sono diretti, sempre nell’ottica di seguire costantemente il percorso e la loro collocazione.

Alla riunione hanno partecipato il Presidente facente funzioni del Tribunale per i Minorenni di Trieste, il sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Trieste, l’Assessore regionale alle autonomie locali, funzione pubblica, sicurezza, immigrazione delle Regione Friuli Venezia Giulia, il Garante regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza, i Prefetti ed i Questori di Gorizia, Pordenone e Udine, il Dirigente della IV Zona della Polizia di Frontiera ed i Dirigenti dei Settori, i rappresentanti dei Comuni di Trieste, Udine, Gorizia e Pordenone, il Presidente dell’A.N.C.I. del Friuli Venezia Giulia ed i rappresentanti di UNHCR, UNICEF e CIR. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform