direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Toscana: la giunta regionale approva il ‘Documento integrato di promozione e comunicazione turistica’

TURISMO

 

FIRENZE – Approvato dalla giunta regionale il ‘Documento integrato di promozione e comunicazione turistica’, ovvero il testo che raggruppa tutte le attività previste dai piani di lavoro dei soggetti istituzionali che si occupano, appunto, di promozione e comunicazione in ambito turistico.

“Il Documento -ha detto l’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo – nasce dalla necessità di assicurare il massimo coordinamento tra le attività di tutti coloro impegnati nelle attività di promozione e comunicazione turistica, garantendo in tal modo un azione coerente ed efficace e la condivisione della gestione. Il Documento raccoglie al suo interno gli elementi strategici contenuti nel Piano Regionale di Sviluppo e nella nota di aggiornamento del DEF regionale 2018, collegando le azioni attribuite ai vari attori coinvolti”.

Il Documento, oltre che promuovere il coordinamento delle attività del settore, ha anche lo scopo di garantire la tempestiva circolazione delle informazioni e condividere i risultati complessivi del sistema turistico regionale. Si compone di due sezioni: la prima dedicata alla messa a sistema in chiave operativa dei principali documenti di riferimento del sistema di promozione e comunicazione turistica regionale; la seconda di approfondimento dei contenuti e delle attività di particolare rilievo con dettaglio dello stato di avanzamento lavori.

“Alla base di questo strumento operativo c’è volontà di trasformare l’attrattività della Toscana in vera e propria capacità competitiva, ovvero in una crescita turistica strutturalmente robusta ampliando le quote di mercato. La possibilità di concretizzare questo obiettivo dipende dalla capacità del sistema regionale, pubblico e privato, di esprimere tale competitività garantendo la qualità dell’esperienza turistica richiesta alla destinazione Toscana. Soltanto un approccio integrato può aiutare a creare un brand unico sotto il quale riportare tutte le iniziative di promozione dei singoli territori toscani”. Divengono a questo proposito importanti le reti e le sinergie attivate dalle destinazioni emergenti e improntate alla diffusione della “identità toscana”. L’efficacia reale di queste sinergie dipende dal legame che vantano con strategie condivise con il tessuto economico e sociale del territorio. I partenariati, la stipulazione di accordi e convenzioni tra enti pubblici, reti di imprese, consorzi turistici, organizzazioni imprenditoriali, associazioni di categoria, associazionismo, per la valorizzazione di destinazioni turistiche e aree esperienziali quali ambiti dotati di risorse, infrastrutture e prodotti rappresentano strumenti che possono garantire quelle sinergie fra stakeholder del turismo. “Senza poi trascurare la correlazione con le altre filiere produttive come la moda, l’enogastronomia, il design e la cultura”.

Due elementi decisivi ispiratori del Documento sono stati introdotti dalla nuova legge regionale sul turismo, ovvero gli ambiti territoriali, che rispondono all’esigenza di esercitare le funzioni di accoglienza e informazione turistica a carattere sovra comunale da parte dei comuni in forma associata, e il prodotto turistico omogeneo, vale a dire l’insieme di beni e di servizi di un territorio che compongono un’offerta in grado di rispondere alle esigenze di specifici segmenti della domanda turistica. (Federico Taverniti – Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform