direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Svezia, l’Ambasciatore Pala all’Università di Linköping: Premio per l’Europa “Science, She Says!” a Eleni Stavrinidou

RETE DIPLOMATICA

Il Premio per l’Europa viene assegnato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale a una scienziata europea che si è distinta attraverso le sue attività di ricerca e il suo contributo alla cooperazione bilaterale con il nostro Paese nel campo della scienza e della tecnologia

 

STOCCOLMA – L’Ambasciatore d’Italia a Stoccolma Michele Pala ha incontrato il Rettore Prof. Jan-Ingvar Jönsson dell’Università di Linköping (LIU), una delle più giovani, ma dinamiche università svedesi. Nata nel 1963, la LIU è un’università con un’attenzione particolare alla ricerca interdisciplinare, fortemente legata a un territorio dove esistono realtà industriali di grande rilevanza come la SAAB e la SECTRA. Nell’occasione della visita l’Ambasciatore, accompagnato dall’Addetto scientifico Augusto Marcelli, ha consegnato il premio “Science, She Says!” alla ricercatrice della LIU: Eleni Stavrinidou. Il Premio per l’Europa viene assegnato dal nostro Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale a una scienziata europea che si è distinta attraverso le sue attività di ricerca e il suo contributo alla cooperazione bilaterale con il nostro paese nel campo della scienza e della tecnologia. Nell’evento dedicato, organizzato per premiare una delle migliori scienziate della LIU che collabora da diversi anni con istituzioni italiane, l’Ambasciatore ha sottolineato l’importanza della cooperazione bilaterale tra Italia e Svezia e ha ribadito che l’Ambasciata d’Italia a Stoccolma stimola e sostiene la cooperazione in tutti i settori, promuovendo il sistema scientifico e tecnologico italiano, e stimolando e incoraggiando ogni nuova forma di collaborazione in ambito scientifico e tecnologico.

La Dott.ssa Eleni Stavrinidou ha ricevuto il riconoscimento per la sua eccellente carriera accademica e scientifica e i risultati raggiunti, riconosciuti a livello internazionale. Grazie alle sue avanzate e ambiziose idee ha sviluppato tecnologie originali, supportate da brevetti internazionali. Eleni Stavrinidou ha infatto sviluppato metodi originali per l’integrazione di materiali elettronici organici nelle piante e realizzato dispositivi elettrochimici dedicati, integrati nelle piante. Ha cresciuto piante bio-ibride, testato materiali sintetici per migliorare i processi vegetali e realizzato un terreno bio-elettronico. Negli ultimi anni, in collaborazione con scienziati italiani delle Università di Milano, e Bari, il Consiglio Italiano delle Ricerche e l’Istituto Italiano di Tecnologia si sta occupando anche di studi fondamentali di biologia vegetale. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform