direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Sport a scuola, i Campionati Mondiali studenteschi di Tennis 2019 in Italia e le Gymnasiadi 2020 in Cina

SPORT E GIOVANI

Le assegnazioni decise ad Olbia nel corso della riunione del Comitato esecutivo dell’ISF (International School Sport Federation) di cui il Miur è tra i fondatori

 

OLBIA – Si è conclusa ad Olbia la riunione del Comitato esecutivo dell’ISF (International School Sport Federation), l’organizzazione mondiale che organizza  e promuove gli sport scolastici e di cui è fondatore anche il nostro Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. All’incontro, presieduto dal francese Laurent Petrynka, hanno partecipato 80 Stati membri.

Diversi i punti in agenda e le occasioni di confronto. Tra le varie attività, il Comitato ha assegnato alla Cina le Gymnasiadi 2020, la più importante manifestazione mondiale degli sport scolastici. La città di Jingyang, nella provincia del Fujian, nella Cina sudorientale, è la seconda città cinese a ospitare l’evento, dopo l’undicesima edizione svoltasi a Shanghai nel 1998.

Per le Gymnasiadi, oltre a Jingyang erano in corsa Taoyuan (Taipei Cinese) e Budapest (Ungheria). Alla cerimonia di assegnazione hanno partecipato le delegazioni delle tre città candidate. Per la Repubblica Popolare Cinese era presente anche il vice ministro dell’Educazione Tian Xuejun, che ha manifestato la sua soddisfazione e annunciato l’impegno per l’erogazione di 200 borse di studio per lo studio in Cina di studenti segnalati dall’ISF nei prossimi 4 anni.

Durante la stessa cerimonia, all’Italia sono stati assegnati i Campionati Mondiali studenteschi di Tennis, che si realizzeranno nel 2019. Con l’Italia era candidata anche la Turchia. La candidatura italiana nasce grazie alla collaborazione promossa tra il Miur e la Federazione Italiana Tennis, impegno premiato dai delegati presenti ad Olbia. “Il Miur è impegnato nel promuovere lo sport a scuola non solo come attività motoria ma anche come promozione dei corretti stili di vita. Siamo certi che, grazie al contributo della Federazione Italiana di Tennis, anche il Mondiale sarà un successo e vedrà un coinvolgimento pieno delle studentesse e degli studenti italiani – ha affermato il sottosegretario all’Istruzione Vito De Filippo.

Tra le attività già promosse nelle scuole in collaborazione con il Miur il presidente della Fit, Angelo Binaghi, ha ricordato “Racchette di Classe”, una kermesse che porta ogni anno a Roma, per gli Internazionali BNL d’Italia, tanti bambini e bambine delle scuole primarie. “Lo scorso maggio sono stati ben 60mila, con 20 Regioni partecipanti e circa 500 istituti scolastici coinvolti. Organizzare nel nostro Paese le Finali 2019 dei Campionati Mondiali studenteschi di tennis, cui prenderanno parte gli alunni delle scuole secondarie di II grado, è un altro importante passo in questa direzione. Avvicinare le nostre ragazze e i nostri ragazzi all’attività motoria e sportiva significa insegnare loro a vivere e lavorare in gruppo, a instaurare relazioni corrette, a rispettare e accettare gli altri. Per questo – ha concluso Binaghi – siamo felici dell’opportunità che le Finali 2019 ci offrono”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform