direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Spagna, “Lina Bo Bardi, dal vetro al fango”: all’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona il documentario sulla celebre architetta italiana

ITALIANE ALL’ESTERO

Film prodotto con il sostegno dell’IIC di Barcellona e l’Istituto Bo Bardi di San Paolo del Brasile

 

 

BARCELLONA – All’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona, l’11 maggio alle ore 18.30, sarà proiettato il documentario “Lina Bo Bardi, dal vetro al fango”, sulle opere della celebre architetta italiana, per la regia di Josep Mº Montaner e Jacobo Sucari. Il documentario è stato prodotto da Asociación Multimedia de Acciones Culturales con il sostegno dell’IIC di Barcellona e l’Istituto Bo Bardi di San Paolo. Con la collaborazione di: COAC: Colegi d’Arquitectes de Barcelona, Arquitectes. cat, la Facultad de Belles Arts, Universitat de Barcelona, LabMedia del Departament de Imatge i Arts Visuals de Belles Arts, ETSAB – Escola Tècnica Superior d’Arquitectura de Barcelona. Con la partecipazione degli architetti: Renato Anelli, Paulo Moura da Rocha, Paulo Bruna, Anna Ramos, Mara Sanchez Llorens.

Lina Bo Bardi, nata Achillina Bo (Roma, 5 dicembre 1914 – San Paolo, 20 marzo 1992), è stata un architetto e designer italiana naturalizzata brasiliana, attiva nel panorama modernista brasiliano. Lina Bo Bardi ha studiato alla Facoltà di Architettura dell’Università di Roma negli anni ‘30. Dopo la laurea si è trasferita a Milano, dove ha lavorato per Giò Ponti, editore della rivista Quaderni di Domus, di cui è diventata redattrice. Fonda il proprio studio a Milano che fu però distrutto nel 1943 a seguito di un bombardamento aereo. Conosce Bruno Zevi, con il quale fonda il settimanale A Cultura della Vita. Nel 1946, dopo la guerra, sposa il giornalista Pietro Maria Bardi. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform