direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Spagna, Do humans need humans?: a Madrid “Farnesina Digital Art Experience”

EVENTI

Dopo le tappe di Lione e Buenos Aires, arriva nella capitale spagnola il progetto internazionale promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in collaborazione con Bright Festival

 

Dal 17 al 19 dicembre uno straordinario spettacolo di arte digitale ideato e realizzato da nove studi italiani illuminerà la facciata dell’iconico edificio del Conde Duque. Il videomapping è organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Madrid in collaborazione con il Centro de Cultura Contemporánea Condeduque, con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia e dell’Ayuntamiento di Madrid, ed è inserito nel programma Navidad del Comune di Madrid

 

MADRID –  Da oggi 17 dicembre a domenica 19, nell’ambito del programma “Navidad” del Comune di Madrid, con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a Madrid e insieme al Centro de Cultura Contemporánea Conde Duque, l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid presenta lo straordinario spettacolo di arte digitale “Do humans need humans?”, ideato e realizzato da nove studi artistici italiani appositamente per l’iconico edificio del Conde Duque. La tappa di Madrid – “scelta come una delle città in cui portare questo straordinario progetto proprio per la sua grandissima vitalità culturale e per l’eccellente collaborazione che abbiamo con le istituzioni locali, in questa occasione il Centro de Cultura Contemporánea Conde Duque” afferma Marialuisa Pappalardo, direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Madrid- chiuderà il tour internazionale di “Farnesina Digital Art Experience“, promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in collaborazione con Bright Festival con l’obiettivo di promuovere la creatività digitale italiana a livello internazionale,

Per tre giorni, nove studi artistici italiani presenteranno le loro suggestive creazioni di video mapping, che hanno reinterpretato il tema della connessione dinamica tra materia naturale e artificiale, tra realtà e illusione, rappresentazione e riflessione. Un ponte sospeso tra il mondo fisico e quello digitale. Lo spettacolo invita il pubblico a riflettere sul rapporto tra uomo e tecnologia e sull’impatto del digitale sulla nostra vita quotidiana ponendo un quesito: Oggigiorno tutti usano la tecnologia, ma gli umani hanno più bisogno degli umani o della tecnologia?

I nove artisti invitati sono:  Flxer, collettivo creativo audiovisivo dal 1999 che produce spettacoli AV, mappature video, installazioni interattive, seminari, lezioni, laboratori per bambini e alcuni degli eventi AV più importanti al mondo; Kanaka Studio, studio creativo multidisciplinare specializzato in design audio e video, performance interattive e sviluppo di nuove piattaforme; Luca Agnani, un team di professionisti che animano architetture con luci proiettate, utilizzando tecniche di mappatura video 3D;  Michele Pusceddu visual artist, programmer & performer specializzato in videomapping e motion graphics; Mou Factory è un gruppo giovane e dinamico, motivato da una costante curiosità verso la comunicazione visiva d’avanguardia; Olo Creative Farm spazia in ogni ambito della comunicazione visiva. L’interattività e le esperienze immersive giocano inoltre un ruolo cardine nella sperimentazione dello studio; Pixel Shapes promuovono la sperimentazione e la ricerca applicate all’arte, intese come veicoli di coinvolgimento e partecipazione attiva del pubblico, dando priorità alla valorizzazione e riappropriazione del territorio;  Woa Creative Company Wöa Creative Company unisce arte e tecnologia per la realizzazione di progetti ed esperienze sensoriali, generando connessione attraverso forme di arte immersiva e interattiva. The Fake Factory è uno studio specializzato in videoarte, videomapping, esperienze immersive e new media art. Il suo fondatore, Stefano Fake, è attualmente è uno tra i principali esponenti italiani della nuova forma d’arte digitale denominata Immersive Art Experience e ha realizzato alcuni degli spettacoli di maggiore successo a livello mondiale.

La promozione della cultura italiana all’estero rappresenta una delle priorità del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale; in questo ambito e con l’obiettivo di valorizzare all’estero la creatività degli artisti digitali italiani, il Maeci ha dato vita al progetto “Farnesina: Digital Art Experience”: una mostra collettiva itinerante che dopo l’evento spettacolare del dicembre 2019, che ha animato la facciata della Farnesina a Roma, sede del Ministero, sta portando le creazioni delle eccellenze italiane in tutto il  mondo. Nel 2020 e nel 2021, le opere progettate dagli artisti sono state ospitate nelle  città di Lipsia, Atene, Lione, Buenos Aires e, in chiusura d’anno, a Madrid. Nel 2022 sono previste ulteriori tappe in importanti città Europee, dell’Asia e degli Stati Uniti.

È quindi un’immensa gioia per noi accogliere e contribuire alla realizzazione qui a Madrid di un progetto così importante come Farnesina: Digital Art Experience, che permette anche di presentare al grande pubblico spagnolo ”Italia is simply extraordinary: beIT”, la prima campagna di ‘nation branding’ mai realizzata per l’Italia, che è stata già presentata lunedì scorso in Ambasciata in occasione del Premio Tiepolo. Promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dall’Agenzia ICE, la campagna Be IT è volta a promuovere all’estero nei prossimi mesi in maniera innovativa i valori fondamentali del nostro Paese: creatività, innovazione, patrimonio, passione, stile, diversità. Ed è un grande orgoglio per me poter chiudere con questo progetto, che esalta la creatività contemporanea, un anno davvero straordinario, caratterizzato da un eccellente livello collaborazione tra l’Italia e la Spagna in tutti i campi, e culminato con la Visita di Stato del Presidente della Repubblica Mattarella in Spagna lo scorso novembre”, conclude l’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Riccardo Guariglia. (Alessandra Grassi/Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform