direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Sottosegretario Della Vedova: Cooperazione Italia-Francia è motore progetto UE

ESTERI

 

 

ROMA – Il Sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova ha partecipato ieri al convegno “Il Trattato del Quirinale: un asse italo-francese per l’integrazione dell’Europa”, organizzato da Fondazione Ducci presso l’Accademia dei Lincei, a Roma.

“Italia e Francia vivono un momento alto di rilancio delle relazioni bilaterali, celebrato con la visita di Stato del Presidente della Repubblica a Parigi la scorsa settimana”, così Della Vedova in apertura. “Il rapporto strategico tra i nostri Paesi ha dispiegato i propri effetti innanzitutto in ambito europeo, dove, come ha sottolineato lo stesso Presidente Mattarella, essi hanno svolto un ruolo propulsivo cruciale nei lavori che hanno portato alla definizione dell’ambizioso piano del Next Generation EU e che hanno permesso all’Europa di andare avanti unita nella lotta alle conseguenze della pandemia”.

“I nostri due Governi – ha dichiarato il Sottosegretario – sono fortemente impegnati per la conclusione del Trattato. Si tratta di uno sforzo inedito ed estremamente complesso, dato che investe tanti e diversi ambiti di azione dei governi, a partire dalla transizione ecologica e digitale, all’innovazione, la salute e la cultura”. L’obiettivo, ha ricordato Della Vedova, è infatti quello di creare dei meccanismi strutturati di consultazione e fissare una tabella di marcia, al fine di coordinare le rispettive azioni, sul piano interno, europeo e internazionale, creare sinergie e promuovere iniziative congiunte.

Per il Sottosegretario “un rapporto più forte tra Italia e Francia può essere motore di un progetto europeo altrettanto forte”. “L’istituzionalizzazione della cooperazione tra Italia e Francia deve quindi essere intesa come uno stimolo e un esempio per il rafforzamento della cooperazione anche con altri Paesi che hanno parimenti a cuore il progetto europeo e che metta al centro la tutela dello Stato di diritto”.

“In questo impegno condiviso per il rilancio del progetto europeo, la Francia sarà chiamata a dare un grande contributo a partire dal 1° gennaio 2022, quando assumerà la Presidenza del Consiglio dell’UE, e in questo voglio sottolineare – ha dichiarato Della Vedova – che l’Italia è pronta a sostenerla, per un’Europa più forte che sappia rispondere alle difficili sfide di questi tempi”. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform