direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Somalia Miadit 15: Carabinieri formano la Gendarmeria Gibutiana

DIFESA

Primo Workshop del progetto europeo Risen in collaborazione con il RaCIS sulle tecniche innovative di sopralluogo

GIBUTI – Si avvia alla conclusione il corso di formazione sull’uso della strumentazione tecnico-scientifica donata dall’Arma dei Carabinieri a l’École Internationale de Perfectionnement à la Pratique de la Police Judiciaire (EI3PJ) della Gendarmeria gibutiana, tenuto nei mesi di settembre ed ottobre 2021 da personale specializzato del Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche (RaCIS).

Il corso, della durata complessiva di 4 settimane, è stato articolato su lezioni frontali e simulazioni pratiche finalizzate all’approfondimento di tecniche innovative per l’esaltazione e il confronto di impronte digitali sia in laboratorio che sulla scena del crimine.

Hanno riscosso molto successo anche le sessioni formative dedicate all’impiego di dotazioni tecniche: per la misurazione automatica di distanze/superfici, particolarmente accurate e utili per la ricostruzione di traiettorie di interesse balistico; per il maneggio di reagenti chimici in condizioni di sicurezza (armadi e cappe aspiranti dotate di filtri a carbone attivo); per la protezione individuale necessari per le attività di repertamento e qualificazione della tipologia di tracce biologiche e di interesse dattiloscopico.

Tutte le attività, anche quelle in laboratorio, sono state organizzate e condotte in condizioni quanto più possibile vicine alla realtà, per consentire ai discenti di effettuare valutazioni critiche e di visualizzare ed esaminare i frammenti di impronte digitali latenti sottoposti a titolo di esempio pratico.

Altrettanto significativa è stata la partecipazione dei colleghi della Gendarmeria Gibutiana, su proposta degli istruttori del RaCIS, al 1° Workshop on New Trends in Crime Scene Investigation, seminario in lingua inglese organizzato a livello europeo nella giornata dell’8 ottobre, nel contesto del progetto H2020 RISEN (real time on-site forensic trace qualification) di cui l’Arma dei Carabinieri, attraverso il RaCIS–Reparto Ricerca e Sviluppo, è partner da luglio 2020 nell’ambito delle molteplici iniziative di ricerca su tecnologie innovative sull’esame della scena del crimine e per le indagini di laboratorio sui cui sono competenti in Italia i Carabinieri dei RIS. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform