direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Società Dante Alighieri, messaggio di auguri del Presidente Andrea Riccardi

LINGUA E CULTURA ITALIANA

ROMA – In un videomessaggio il Presidente della Società Dante Alighieri, Andrea Riccardi, ha esteso i propri auguri a tutti i soci e i comitati sparsi nel mondo. Nel messaggio augurale Riccardi ha ricordato inevitabilmente ciò che è accaduto in questo 2020 dove alla pandemia si sono aggiunte crisi economiche in molte parti del globo. “Da Palazzo Firenze abbiamo seguito la situazione dei nostri comitati che hanno ben tenuto e i corsi sono continuati online e in alcuni casi anche in presenza”, ha spiegato Riccardi che nella crisi pandemica ha visto aumentare la richiesta di cultura e lettura. Un pensiero particolare è stato rivolto a quelli argentini protagonisti del grande congresso di Buenos Aires del 2019. “Lavoriamo tutti insieme per l’insegnamento dell’italiano e della cultura italiana ossia ciò che rappresenta il nostro contributo al mondo”, ha aggiunto il Presidente della Dante Alighieri. “In questa grande crisi scopriamo la dimensione della cultura e del comunicare: l’italiano è la lingua dell’incontro, dell’approfondimento e anche della pace. Abbiamo tentato una risposta perché non dobbiamo subire la crisi e accettare che il Covid aumenti la distanza tra i nostri comitati, bensì dobbiamo invece stringerci insieme e accettare la crisi come una sfida: questa risposta è venuta dalla piattaforma ‘Dante Globale’ per l’apprendimento della lingua, per la formazione degli insegnanti e infine una stanza dedicata alla cultura con uno spazio riservato alle iniziative dei comitati. Non è stato un investimento facile”, ha sottolineato Riccardi che ha fissato l’inaugurazione della piattaforma al 25 marzo prossimo che è l’anniversario dantesco. “Ci sono difficoltà economiche, sociali e sanitarie ma credo che la presenza dei comitati della Dante sia un supporto importante per affrontare questo periodo: la lingua e cultura italiane sono il nostro legame. Celebrare Dante a 700 anni dalla morte significa non solo rendere un omaggio a un grande italiano ma continuare a interrogarci sul patrimonio consegnatoci da questo grande intellettuale italiano”, ha aggiunto Riccardi citando un brano del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “E’ quello che noi facciamo: ci interroghiamo, agiamo, comunichiamo e insegniamo. Questa è la Dante Alighieri: parlare italiano, insegnare italiano, vivere la cultura e lo stile italiano e amare il libro italiano. Io credo – ha concluso Riccardi – che il libro italiano sia un aspetto decisivo della nostra cultura”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform