direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Siglato a Siena accordo fra l’Università di Siena e il Parlamento latinoamericano e dei Caraibi

COOPERAZIONE

L’intesa prevede la promozione di attività congiunte e di cooperazione fra istituzioni, l’ateneo e la città

SIENA – Si è tenuta, nella splendida cornice della sala del Mappamondo di palazzo pubblico del Comune di Siena la firma dell’accordo fra l’Università di Siena e il Parlatino, il Parlamento latinoamericano e dei Caraibi, organismo multinazionale fondato nel 1964 per favorire, tra l’altro, lo sviluppo e l’integrazione in America Latina.  Il rettore Francesco Frati, insieme al sindaco de Mossi, ha sottoscritto l’accordo della durata quinquennale; per il Parlatino ha assistito virtualmente alla firma, in rappresentanza del presidente Jorge Pizarro, il Coordinatore tecnico dello stesso parlamento, Alfredo Jimenez Barros, insieme all’avvocato Alberto Botarelli, alumnus dell’Università di Siena e membro della Sociedad de Estudios Internacionales.

La stipula dell’accordo ha lo scopo di promuovere attività congiunte e di cooperazione, attraverso i mezzi a disposizione,  per concretizzare progetti che mettano in relazione Enti dei Paesi dell’America Latina e dei Caraibi, anche con organismi affini di altre regioni del mondo. L’accordo, attraverso l’Ateneo senese, mira anche a coinvolgere le istituzioni cittadine; pertanto, oltre al rettore Francesco Frati, anche il sindaco De Mossi  è stato chiamato a siglarlo in qualità di testimone d’onore.

L’accordo fra l’Ateneo e il Parlatino rappresenterà un ulteriore punto di contatto per interscambi accademici, scientifici, studenteschi e culturali anche verso l’ampio bacino delle istituzioni universitarie dell’America centrale. Gli originali dell’accordo saranno inviati in Cile per la firma del presidente Jorge Pizarro; inizialmente la firma era prevista  in forma solenne presso la sede del Parlatino a Panama; evento annullato a causa della pandemia. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform