direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Si è tenuta l’11 dicembre a Berlino la tavola rotonda “Costituzione e Grundgesetz. Oggi e in una prospettiva europea”

ITALIANI ALL’ESTERO

L’iniziativa organizzata dal Comites in occasione dei 70 anni della Carta Costituente italiana, seguita un anno dopo dalla proclamazione della Legge Fondamentale tedesca

 

BERLINO – Si è tenuta martedì 11 dicembre presso la Werkstatt der Kulturen a Berlino la tavola rotonda “Costituzione e Grundgesetz. Oggi e in una prospettiva europea”, organizzata dal Comites in occasione dei 70 anni della Carta Costituente italiana, seguita un anno dopo dalla proclamazione della Legge Fondamentale (Grundgesetz) tedesca.

L’incontro, moderato da Andrea Dernbach, giornalista del Tagesspiegel, ha visto la partecipazione dell’ambasciatore d’Italia in Germania, Luigi Mattiolo, del capo della Cancelleria consolare Fabio Dorigato e di Simonetta Donà, presidente del Comites di Berlino. Presenti anche molti rappresentanti delle associazioni cittadine ed un attento pubblico – si legge nella nota diffusa dal Comites in proposito – che ha partecipato attivamente al dibattito tra la storica Silvia Cresti, il politologo Mauro Grassi del Comites Berlino e il sociologo Gregor Fitzi dell’Università di Potsdam.
La tavola rotonda è stata aperta da un intervento dell’ambasciatore Mattiolo, che ha ricordato come le due Carte costituzionali rappresentino a tutt’oggi un elemento importante nelle relazioni bilaterali fra Italia e Germania. Ambedue i Paesi, usciti dalla tragedia della seconda guerra mondiale, si sono dotati di Costituzioni aperte alla collaborazione con la Comunità internazionale. È proprio su queste basi comuni – ha proseguito Mattiolo – che Italia e Germania si sono fatte promotrici del processo di integrazione europea.

“Quando è stata approvata la Costituzione italiana nel dicembre del 1947 – ha affermato Simonetta Donà, – ancora non esisteva l’Unione Europea, la quale, nella prospettiva di una sempre maggiore integrazione sovranazionale, ha predisposto una propria carta dei diritti fondamentali – o Carta di Nizza – proclamata il 7 dicembre 2000, che successivamente, con l’entrata in vigore del trattato di Lisbona il 13 dicembre 2007, venne ad assumere lo stesso valore giuridico dei trattati. Non v’è dubbio che vi sia piena corrispondenza tra i diritti riconosciuti fondamentali dall’Unione Europea e quelli che figurano nella nostra Carta Costituzionale”.

Durante la serata è stata presentata e distribuita ai presenti la pubblicazione “70 anni di Costituzione”, redatta dall’Intercomites Germania, che presenta i testi delle due Carte Costituenti in doppia lingua, con traduzione a fronte.

Un ruolo quindi di piena attualità per le due Carte Costituenti, che hanno saputo essere fondamenti sicuri e quadri sociali stabili per Italia e Germania dall’uscita della guerra ad oggi, ma che allo stesso tempo hanno saputo adeguarsi ai cambiamenti della società internazionale e dell’Europa unita. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform