direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Si è svolto a Santo Domingo il primo Congresso del Movimento Associativo Italiani all’Estero (Maie) Nord e Centro America

MOVIMENTI POLITICI

Il presidente Ricardo Merlo: “Il Maie si proietta nel futuro, pronto a vincere le prossime sfide elettorali”

 

SANTO DOMINGO – Si è svolto sabato scorso a Santo Domingo il primo Congresso del Movimento Associativo Italiani all’Estero (Maie) Nord e Centro America, cui hanno partecipato coordinatori e delegati del Maie provenienti da tutta la ripartizione insieme a rappresentanti e parlamentari eletti nella circoscrizione Estero.

Tra gli interventi anche quello del presidente, Ricardo Merlo, deputato eletto nella ripartizione America meridionale, che si è dichiarato – si legge in un articolo pubblicato in proposito da  Italiachiamaitalia – “molto soddisfatto” dello svolgimento, “ricco di contenuti, di proposte, di idee”. “I nostri delegati, rientrati nel proprio territorio – segnala Merlo, – stanno già informando gli italiani nel mondo con cui sono in contatto riguardo i punti affrontati. Siamo pronti – aggiunge – a rafforzare e allargare il network del Maie in questa ripartizione elettorale”.

Il presidente del Maie ricorda anche il lungo lavoro preparatorio, mostrando di ritenere la prova “superata”. “Il congresso è stato organizzato nel migliore dei modi da Ricky Filosa, ma soprattutto è stato ricchissimo di contenuti. Ciascun delegato – spiega Merlo – ha potuto mettere in luce le esigenze della propria comunità, le difficoltà e le speranze dei connazionali residenti nella circoscrizione consolare di competenza”.

“È stato davvero interessante ascoltare i vari delegati riportare e raccontare degli italiani residenti nei vari Paesi e nelle città della nostra ripartizione elettorale – ha aggiunto il presidente, evidenziando la proiezione nel futuro articolata con il Congresso, in vista delle prossime sfide elettorali. Merlo ritiene infatti il Maie “pronto a vincere le politiche del 2018 e aggiudicarsi un deputato e un senatore anche in Nord e Centro America” e ribadisce come esso sia “sempre in prima linea quando si tratta di italiani nel mondo; i problemi degli italiani all’estero – dice – sono i nostri problemi e come parlamentari abbiamo il dovere di dare risposte ai nostri connazionali”.

Il parlamentare critica poi l’esecutivo in carica, che “non ha alcuna visione politica per gli italiani nel mondo”, e annuncia l’intenzione di “rafforzare la nostra presenza in Parlamento per essere più incisivo all’interno delle istituzioni e per arrivare nella stanza dei bottoni, dove si prendono le decisioni”, perché “dobbiamo essere noi italiani nel mondo a curare i nostri interessi”.

Anche Mario Borghese, deputato eletto nella ripartizione America meridionale, definisce il Congresso di Santo Domingo “un’occasione importantissima”. “Il Maie – ribadisce – è l’unico movimento mondiale che mette in primo piano, nel proprio programma politico, i bisogni degli italiani nel mondo”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform