direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Si è svolta la celebrazione annuale dell’Università di Oslo

RETE DIPLOMATICA

 

OSLO –Nei giorni scorsi, in occasione della ricorrenza della nascita dell’Università di Oslo, si è svolta la celebrazione annuale dell’UiO. La celebrazione annuale dell’Università include il conferimento dei dottorati onorari 2020, la presentazione dei premi universitari e della medaglia d’oro di Sua Maestà il Re. L’Ambasciatore d’Italia  a Oslo Nicoletti, invitato dal rettore dell’Università Svein Stølen, ha potuto partecipare alle celebrazioni e congratularsi personalmente con le tre professoresse e ricercatrici italiane presenti tra coloro che sono stati insigniti dei premi. Eliana La Ferrara, Prof.ssa dell’Università di Harvard, ha ricevuto il Dottorato Onorario in Scienze Sociali grazie al profondo impegno sociale che mostra nella sua ricerca riguardante questioni di rilevante importanza. Si occupa principalmente di economia politica e di economia dello sviluppo studiando in particolare come i fattori sociali interagiscano con lo sviluppo economico. Oltre ad essere una brillante ricercatrice, la Prof.ssa La Ferrara è impegnata all’interno della comunità accademico-scientifica nel campo economico: dopo essere stata Presidente dell’Associazione Economica Europea, è attualmente Secondo Vice-Presidente della Econometric Society. A Sabrina Sartori, Prof.ssa Associata all’Università di Oslo nel Dipartimento di Studi della Tecnologia nella Facoltà di Matematica e Scienze Naturali, è stato conferito l’Education Award. La Prof.ssa Sartori e altre due colleghe dello stesso Dipartimento sono state premiate per il loro impegno nella creazione del primo programma di laurea specialistica del Dipartimento di Sistemi Tecnologici. Il programma, intitolato Renewable Energy Systems, mira a costruire una solida base per lo sviluppo dell’utilizzo dei sistemi di energia rinnovabile nella società. Le tre professoresse hanno vinto il premio grazie all’ambiente accademico creato, in cui la sostenibilità risulta essere al centro delle attività accademiche. La Dott.ssa Laura Genet Marano, del Centro per lo sviluppo e l’Ambiente, ha invece ottenuto il premio per la sua tesi di laurea specialistica nell’ambito degli Obiettivi dello Sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite: Counting on Change: the hustle for social inclusion in Nairobi. A case study of the Mukuru Special Planning Area (SPA). (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform