direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Scuola italiana ad Asmara, la vice ministra Sereni riceve l’ambasciatore eritreo

FARNESINA

 

Preoccupazione del Governo per i provvedimenti che pongono a rischio l’attività e la sopravvivenza dell’Istituto. Sereni ha dunque chiesto alle autorità eritree di fornire chiarimenti che consentano di programmare la ripresa delle attività, soprattutto in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico

 

ROMA – La Vice Ministra degli Esteri Marina Sereni oggi ha ricevuto l’Ambasciatore dell’Eritrea Fessahazion Pietros Menghistu. Tema del colloquio la vicenda della Scuola statale italiana ad Asmara, oggetto da parte del Governo eritreo di provvedimenti che pongono a rischio l’attività e la sopravvivenza dell’Istituto. Sereni ha consegnato all’Ambasciatore copia di una sua lettera indirizzata nei giorni scorsi al Ministro degli Esteri eritreo. Riprendendone i contenuti, la Vice Ministra ha ribadito la sorpresa e la preoccupazione del nostro Governo per gli inattesi provvedimenti, sottolineando inoltre come la Scuola, le cui attività sono regolate da uno specifico Accordo stipulato tra Roma e Asmara nel 2012, sia una componente centrale della cooperazione bilaterale tra i due Paesi.

La Scuola statale italiana è infatti un’importante istituzione culturale del Paese frequentata al 95% da studenti di nazionalità eritrea, che in seguito ai provvedimenti del Governo non hanno sinora potuto svolgere l’esame di maturità. Nella sua lunga attività, vi hanno studiato e si sono diplomati diverse migliaia di studenti, molti dei quali hanno ricoperto incarichi di rilievo nel Governo e nell’economia dell’Eritrea.

Sereni ha dunque chiesto al Governo eritreo, e lo ha ribadito all’Ambasciatore, di fornire chiarimenti che consentano di programmare la ripresa delle attività, soprattutto in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico, previsto per settembre.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform