direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Scoprirsi italiani: i viaggi delle radici in Italia”, una ricerca a cura dell’Osservatorio permanente delle radici italiane dell’Associazione Assud

CULTURA

 

 

ROMA – In occasione del terzo tavolo di coordinamento sul Turismo delle Radici, il ricercatore Giuseppe Sommario ha illustrato il progetto di ricerca, condotto dall’Osservatorio permanente sulle Radici Italiane dell’Associazione AsSud, intitolato “Scoprirsi italiani: i viaggi delle radici in Italia”. Il progetto, sostenuto dal Maeci, si propone come strumento utile a individuare le caratteristiche dei cosiddetti turisti delle radici, attraverso la somministrazione di un questionario anonimo. Del progetto di ricerca promosso da AsSud fanno parte diversi ricercatori: Giuseppe Sommario (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano),  Delfina Licata (Fondazione Migrantes), Marina Gabrieli (Raiz Italiana) e Riccardo Giumelli (Università di Verona). Da anni attiva sul tema dell’emigrazione, della mobilità e delle ricadute che queste hanno sul territorio – valga per tutte l’esperienza del “Piccolo Festival delle Spartenze” – l’Associazione AsSud ha istituito il Centro Studi e Ricerche sul tema Osservatorio permanente delle Radici Italiane (ORI), in modo da coordinare e dare maggiore impulso alle varie azioni che in questi anni l’Associazione ha promosso, sostenuto, diretto, in collaborazione con istituzioni, università, case editrici, scuole e tutti gli attori territoriali e le comunità locali.

L’Osservatorio svolge le funzioni di monitoraggio, in modo permanente, di tutto ciò che attiene alle radici, all’identità ai valori italiani, tanto sul piano teorico che empirico, sia per il passato che per il presente, dentro e fuori i confini nazionali. L’Osservatorio ha i seguenti obiettivi generali: descrivere la situazione presente, per quanto concerne l’attività scientifica, il quadro teorico, le attività già in essere; descrivere i cambiamenti in atto, dentro e fuori i confini nazionali, nel suo contatto con le altre culture; fornire strumenti conoscitivi per la programmazione di interventi di sviluppo socioculturale; mettere le proprie attività e i propri strumenti al servizio di quanti (istituzioni e industria culturale) sono impegnati in attività relative al tema delle radici, dell’identità, delle comunità residenti e all’estero. In particolare realizza indagini su quanto e come la lingua, la cultura, i valori italiani siano diffusi, e radicati nel mondo; sviluppa modelli teorici e metodologici per l’analisi dei valori che definiscono l’appartenenza, l’identità, le radici italiane, anche in relazione alle altre culture; cura la documentazione relativa agli studi e alle esperienze sul tema; d. realizza banche dati; realizza attività formative e strumenti operativi rivolti a quanti in Italia e nel mondo operano sulla materia; promuove rapporti e realizza progetti di ricerca e formativi con istituzioni italiane e straniere, nell’ambito delle proprie finalità.

Attualmente l’ORI si sta concentrando su vari temi, in particolare, concretizzando una serie di riflessioni sul turismo di ritorno e delle radici, ha dato vita nei mesi scorsi all’idea di una ricerca dal titolo “Scoprirsi Italiani: i viaggi delle radici in Italia”. L’indagine, finalizzata a una pubblicazione e realizzata con il sostegno della Direzione Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie del Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, documenterà quanto è già presente in termini di studi e di esperienze sul tema sia dal punto di vista teorico che pratico, e raccoglierà i risultati di un questionario che sarà somministrato a un campione di italiani e italo-discendenti; mettendo in atto una lettura trasversale del fenomeno, ha come obiettivo quello di fornire un quadro teorico unitario di riferimento che permetta una corretta interpretazione del fenomeno, che si presenta assai complesso e variegato. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform