direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Sardegna: un protocollo d’intesa per la ridistribuzione di alcune aree demaniali in ambito portuale

MARINA MILITARE

Nel capoluogo sardo un importante intesa tra la Marina Militare e L’Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna per la futura ridefinizione di alcune aree demaniali marittime nell’area portuale di Cagliari

 

CAGLIARI – Con la firma del protocollo d’intesa tra l’Amministrazione Difesa – Marina Militare, l’Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna – AdSP, il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili – Capitaneria di porto di Cagliari e l’Agenzia del Demanio – direzione regionale Sardegna il 24 marzo a Cagliari è stato dato il via a un progetto che nei prossimi anni vedrà realizzarsi un’attenta ridefinizione di banchine, aree demaniali marittime e infrastrutture in consegna alle diverse istituzioni nel porto del capoluogo sardo.

Una più razionale distribuzione di beni demaniali presenti in area portuale è alla base del protocollo d’intesa che mira a ottenere un’ottimizzazione delle risorse pubbliche. A seguito del trasferimento del traffico commerciale portuale presso il nuovo terminal Ro-Ro, che verrà realizzato presso il porto Canale nel breve-medio termine, la Marina Militare riceverà in consegna alcune banchine presso il lato ovest e la testata del molo Sabaudo, comprese alcune parti ancillari limitrofe (specchi acquei e magazzini) e interventi infrastrutturali di adeguamento. La Forza armata riconsegnerà a sua volta all’AdSP alcune banchine presso il molo Ichnusa, il molo Capitaneria e infrastrutture e aree demaniali marittime in località Su Siccu, beni non più adeguati alle moderne esigenze della Forza armata che verranno valorizzati attraverso nuovi progetti a beneficio della collettività.

A sottoscrivere l’atto presso gli uffici dell’AdSP a Cagliari, in rappresentanza dei rispettivi ministeri e agenzie, erano presenti il comandante del Comando supporto logistico Marina Militare di Cagliari, capitano di vascello Domenico Usai, il presidente dell’AdSP, prof. Massimo Deiana, il capitano di vascello (CP) Mario Valente, capo del Compartimento marittimo di Cagliari e la dott.ssa Rita Soddu, direttrice della Direzione regionale Sardegna dell’Agenzia del Demanio.

Questo nuovo assetto, pensato in un’ottica di costante razionalizzazione e ottimale ridistribuzione delle risorse pubbliche, sarà in linea anche con il rafforzamento della presenza navale nella base di Cagliari, a tutela degli interessi nazionali nella ZEE e segnatamente nelle acque prospicienti la Sardegna. Tra i suoi compiti istituzionali, infatti, la Marina Militare esercita un ruolo determinante nell’ambito della difesa nazionale e della sicurezza marittima. In un contesto internazionale sempre più complesso e caratterizzato da equilibri instabili, la Forza armata è chiamata a operare in ambiti nazionali e internazionali al fine di prevenire e contrastare i traffici illeciti, garantire la libertà di navigazione e a tutela della sicurezza marittima, nella considerazione che il trasporto marittimo contribuisce per il 90% al commercio mondiale. (Simeone Praolini/Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform