direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Sardegna: insediata la nuova Consulta regionale dell’Emigrazione

ITALIANI ALL’ESTERO

 

Assessore Virginia Mura: “Disegnare un nuovo ruolo dei Circoli dei sardi nel mondo”. Esaminate proposte per nuova legge regionale su emigrazione e illustrato programma annuale 2014

 

CAGLIARI – La nuova Consulta per l’Emigrazione della Regione Sardegna  si è insediata oggi, nella sede dell’Assessorato del Lavoro. La Consulta era stata nominata con una delibera lo scorso 11 novembre.

La Consulta è presieduta dall’assessore Virginia Mura e ne fanno parte venticinque membri, tra i quali tredici rappresentanti dei quasi 140 Circoli, riuniti in sette Federazioni, in Italia e nel mondo.

Nella seduta d’insediamento sono stati eletti i vicepresidenti e i componenti del Comitato di presidenza.

Il nuovo vicepresidente vicario è Domenico Scala, delegato dei Circoli della Svizzera; l’altro vicepresidente è Serafina Mascia, presidente della Federazione dei Circoli sardi in Italia.

Gli eletti nel Comitato di presidenza sono Vittorio Vargiu, rappresentante dei Circoli di Argentina, e Pierpaolo Cicalò, rappresentante dell’Istituto Fernando Santi.

Nel corso della riunione, è stato illustrato il programma annuale per l’emigrazione 2014 e sono state esaminate le proposte per una nuova legge regionale sull’emigrazione, provvedimento che interessa gli oltre 500 mila sardi che risiedono fuori dall’isola. “Guardiamo con molta attenzione al lavoro dei circoli sardi in Italia e nel mondo”, ha commentato l’assessore Mura.

“L’obiettivo della Regione – ha aggiunto l’esponente della Giunta Pigliaru – è valorizzare la loro attività partendo da un intervento sul quadro normativo, fondato su nuovi principi e sull’adeguamento del ruolo che questi organismi svolgono per la comunità dei sardi all’estero.

La riforma – ha spiegato Mura – dovrà tenere conto della qualità delle iniziative, del ruolo attivo nell’inserimento degli emigrati nell’ambito lavorativo, nelle scuole e nelle università, e della funzione sociale nelle attività d’integrazione socio-culturale. Un’opportunità da cogliere, per esempio, è il sostegno finanziario offerto da “Garanzia Giovani” per le misure di mobilità transnazionale che – ha ricordato l’assessore Mura – consentono ai giovani sardi di trascorrere un periodo di tirocinio dai 2 ai 6 mesi all’interno di aziende operanti in tutta Europa”. Per il 2014 i fondi regionali destinati alle organizzazioni degli emigrati ammontano a un milione e 585 mila euro. La parte più consistente, pari a un milione e 290 mila, sarà ripartita tra i diversi circoli. Ottantamila euro, invece, saranno destinati a progetti rivolti alle nuove generazioni attraverso corsi di lingua, workshop di formazione e borse di studio per studenti figli di emigrati. In merito alla dotazione finanziaria a sostegno del mondo dell’emigrazione, tutti i rappresentati dei circoli hanno protestato denunciando la grave insufficienza dei fondi stanziati dalla Regione. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform