direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Riesco: il nuovo progetto della Regione Lazio per i giovani

FORMAZIONE

Il progetto prevede l’erogazione per un anno di un contributo di 600 euro al mese da spendere in attività di formazione, cultura e cittadinanza attiva. Un modo per supportare in particolare i giovani che in questo momento non studiano e non lavorano

ROMA – Al via Riesco, il progetto della Regione Lazio rivolto ai ragazzi dai 18 ai 29 anni che hanno difficoltà a collocarsi nel tessuto formativo e a trovare un posto di lavoro. Il progetto prevede per un anno, per circa 5.000 ragazzi, un corrispettivo di 600 euro al mese. L’iniziativa è attuata tramite la Carta Riesco, una prepagata che consente di acquistare una serie di servizi: il “Catalogo regionale dei servizi di orientamento alla formazione e al lavoro e dei servizi di formazione”; il “Catalogo delle attività di cultura, creatività e cura del sé” è costituito da attività che stimolano l’apprendimento, la creatività e la cittadinanza attiva come libri, ingresso a teatro, musei, mostre, altri eventi.

L’iniziativa è rivolta a 4.000 giovani di cui 1.000 saranno coinvolti nella prima fase di sperimentazione operativa. Chi sono i destinatari? I giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni compiuti, residenti o domiciliati da almeno 6 mesi nel territorio della Regione Lazio; con ISEE 2017 (relativa ai redditi 2016) non superiore a 15.000 euro; nella condizione di: essere disoccupati da almeno 6 mesi; non essere iscritti a percorsi formativi o scolastici; non essere iscritti a percorsi di orientamento; non essere iscritti all’Università. Non avere in corso partecipazioni ad altri progetti e/o iniziative finanziati con il POR Lazio FSE 2014-2020 o da altri programmi di politica attiva del lavoro della Regione Lazio (“Garanzia Giovani”).

La Carta, rilasciata per conto della Regione Lazio da Poste italiane, ha validità un anno e un plafond complessivo massimo di 7.200 euro, pari mediamente ad 600 euro mensili.

“La Carta Riesco permetterà a tanti ragazzi di poter rientrare nel ciclo formativo, di consumare cultura, di uscire di casa e di risentirsi fino in fondo cittadini – così il presidente Nicola Zingaretti, che ha ricordato anche gli altri progetti realizzati per i giovani, come Torno subito, che è un progetto che ha permesso a oltre 5000 ragazzi e ragazze di andare nel mondo, per studiare, formarsi o lavorare e tornare in Italia con il curriculum più ricco. Inoltre, – ha aggiunto Zingaretti – il micro credito, che dà fino a 25 mila euro di prestito non bancabile, cioè quello che le banche non sosterrebbero mai, e la Regione Lazio lo fa”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform